Malpensa Insiders

News, analisi e anticipazioni su tutto quello che gira intorno a Milano Malpensa e all'aviazione civile in Italia


+2
D960
FlyIce
6 partecipanti

    E' nata ITA: biglietti in vendita

    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3614
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da I-TIGI 04.09.21 22:50

    Ita, ecco per quali destinazioni sono in vendita i biglietti. E quanto costano

    I prezzi non sono alti ma le destinazioni sono poche. Il maggior numero di voli è tra Fiumicino e Linate, da 43 a 139 euro a tratta. Non sono in vendita voli per la Sardegna né per Usa e Giappone

    di Gianni Dragoni

    https://www.google.it/amp/s/amp24.ilsole24ore.com/pagina/AEIp4Cg

    Stralci:

    Per ora Alitalia vola per New York e per Tokyo, ma dopo il 14 ottobre non potrà più farlo perché la licenza di volo e il Coa sono stati trasferiti a Ita. Pertanto chi ha bisogno di volare per gli Stati Uniti e il Giappone dal 15 ottobre in poi per adesso deve comprare biglietti solo con altre compagnie concorrenti. Un bel danno per Ita, che perde potenziali ricavi, in quanto molti biglietti vengono acquistati in anticipo. Non si sa quando la società potrà ottenere le «certificazioni» mancanti.

    Fiumicino-Linate la rotta con più frequenze
    La rotta sulla quale c’è il maggior numero di voli è la Roma Fiumicino-Milano Linate, 18 frequenze al giorno (cioè 18 voli di andata e altrettanti di ritorno). Questo sorprende perché le due città sono ben collegate dall'alta velocità ferroviaria. Quindi i proclami che abbiamo sentito negli ultimi mesi, anche dal governo con il ministro Enrico Giovannini, di realizzare un'integrazione tra treni e aerei, come per esempio in Germania tra Lufthansa e Deutsche Bahn, sono caduti nel vuoto.

    …il costo va da 30,52 a 105,52 euro. Il sistema di vendita di Ita propone anche un volo da Linate alle 19 con arrivo a Heathrow alle 23:15, con scalo a Fiumicino. Sembra follia: per andare a Nord si fa il giro largo andando prima a Sud, dove si cambia aereo e si riparte. Il biglietto costa da 106,17 a 223,17 euro. Evidentemente a Ita non sono superstiziosi.

    Al di fuori dell’Europa per il momento Ita vende voli solo per Il Cairo,Tel Aviv e Tunisi. Oltre alle destinazioni europee ma non della Ue, Ginevra e Tirana. Il volo diretto per Tel Aviv c'è solo da Roma, uno al giorno, parte alle 12:05 e arriva alle 16:35. Il biglietto, di sola andata come tutti gli altri citati, costa da 137,81 a 217,81 euro. Per andare da Linate in Israele bisogna fare scalo a Roma, si parte alle 7 da Milano e si arriva alle 16:35. Il prezzo però è più basso rispetto al viaggio da Roma, minimo 115,60 euro, massimo 190,60.

    ——

    Interessante notare man mano che ITA si materializzi i principali quotidiani nazionali dal Corriere al Giornale ed ora anche il Sole24Ore (durante il forum a Cernobbio) critichino senza troppi giri di parole il piano.
    Nel articolo altre analisi di prezzi offerti su diverse rotte, sbigottimento per il flop sulla LIN-FCO con 18 voli al giorno come se l AV ferroviaria non esistesse più.
    Dragoni non ha fette di salame sui occhi e dalle pagine del Sole si è tolto qualche sassolino.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3614
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da I-TIGI 06.09.21 14:58

    Ita-Alitalia, il mercato rallenta il recupero: i numeri della newco rivisti al ribasso

    https://www.google.it/amp/s/www.corriere.it/economia/aziende/21_settembre_06/ita-alitalia-mercato-rallenta-recupero-numeri-newco-rivisti-ribasso-0d45bca8-0eab-11ec-90a7-94fb0e4dd84c_amp.html

    Il piano industriale di Italia Trasporto Aereo potrebbe aver bisogno di una revisione al ribasso delle sue prospettive di sviluppo da qui al 2025. Le ultime analisi del settore sull’Italia mostrano un rallentamento della ripresa dei flussi passeggeri (e dei ricavi delle aviolinee) rispetto a quanto stimato la scorsa primavera. Per questo l’intenzione della newco pubblica — che il 15 ottobre dovrebbe subentrare ad Alitalia — di passare da 52 aerei al decollo a 78 entro il 2022 rischia di restare solo tale, dal momento che le prospettive attuali suggeriscono di non andare oltre i 60-62 velivoli entro la fine dell’anno prossimo. È quanto spiegano al Corriere della Sera fonti ministeriali a conoscenza del dossier. Che sottolineano come questo richieda anche una riduzione del personale da assumere dopo l’avvio delle operazioni.
    ———

    Neanche partiti che già si va al ribasso mentre altri vettori europei stanno pian piano aumentando frequenze e destinazioni sia per la prossima winter che summer 2022.
    E questa a detta di Lazzerini doveva essere la compagnia che grazie al COVID sarebbe ripartita alla pari con le altre major?
    😂
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3614
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da I-TIGI 06.09.21 15:25

    Ita, vi racconto il fallimento di Alitalia

    https://www.startmag.it/smartcity/ita-alitalia-fallimento/

    Alitalia/Ita? Un fallimento annunciato. L’analisi di Alfredo Roma, già ai vertici di Enac, tratta da Affari Internazionali

    Il decollo della nuova compagnia di bandiera, Ita (Italia Trasporto Aereo), sembra avere tutte le caratteristiche di un “aborted take-off” (decollo abortito), come si chiama in termini aeronautici un decollo mancato.
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2379
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da FlyIce 06.09.21 15:27

    I-TIGI ha scritto:...
    Neanche partiti che già si va al ribasso mentre altri vettori europei stanno pian piano aumentando frequenze e destinazioni sia per la prossima winter che summer 2022.
    E questa a detta di Lazzerini doveva essere la compagnia che grazie al COVID sarebbe ripartita alla pari con le altre major?
    😂
    Chi l'avrebbe mai detto, a parte noi? Laughing Laughing Laughing

    Pure il Fatto Quotidiano spara su ITA:
    https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2021/09/06/ita-nascera-morta-ve-lo-spieghiamo-coi-dati-di-mercato/6312054/

    Vabbè si sono fatti aiutare dal solito Ugo Arrigo che ora su ITA è di luna nera, prima era per farla partire subito. Cambiano i goveni, cambiano le idee...
    avatar
    Massi787

    Messaggi : 386
    Data d'iscrizione : 22.03.19

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da Massi787 06.09.21 17:11

    Con la telenovela di Alitalia sembra di stare nel film "Ricomincio da capo". Solo che invece di svegliarci ogni mattina e ricominciare la stessa giornata, qui ogni 4 anni assistiamo allo stesso fallimento, con lo stesso piano industriale. Comunque arrivare a 78 aerei nel 2022 manco nei loro sogni
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3614
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da I-TIGI 06.09.21 21:11

    Ita, trattativa in salita. I sindacati: "Non ci sono le condizioni per un accordo, intervenga il governo"

    https://www.google.it/amp/s/www.repubblica.it/economia/2021/09/06/news/ita_trattativa_in_salita_i_sindacati_non_ci_sono_le_condizioni_per_un_accordo_intervenga_il_governo_-316708659/amp/

    MILANO -  Resta in salita la trattativa tra Ita e i sindacati. Le parti sono tornate a riunirsi anche oggi, ma in una pausa dei lavori i sindacati hanno fatto capire che le distanze sono ancora notevoli.  Le incertezze sulla cigs sono "il primo motivo per cui non ci sono le condizioni  per sottoscrivere alcunché finché il governo non ci dice" una parola chiara, hanno detto le organizzazioni dei lvaoratori. L'azienda, hanno spiegato, ha una posizione su due documenti (sulla procedura di cessione degli asset e sul contratto) che non ha però ancora presentato. "La trattativa è ad un punto fermo", hanno spiegato i sindacati, "siamo in un momento complicato".

    ——

    Il bando di gara per il marchio Alitalia? Tanto c’è tempo 😂
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2379
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da FlyIce 06.09.21 21:31

    Se sono bravi come nella trattativa con la SU, tra 6 mesi siamo ancora qui.

    Mancano già meno di 40 giorni alla partenza. Ce la faranno? 😂😂😂
    Accettiamo scommesse …
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3614
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da I-TIGI 07.09.21 19:03

    Vedrai che sarà come il gioco delle tre carte, il 15 Ottobre si dovrà far volare ITA operata da Alitalia con qualche alchimia 😂
    Il bando per il brand quando entrerà nel vivo (i commissari non hanno avuto fretta per quattro anni figuriamoci ora) avrà due effetti, che sia aggiudicato a qualcun altro o falciato qualche euro dai 700 mil (qualcuno parla ancora di tre miliardi che non sono mai stati stanziati e falciato da Draghi).
    Intanto con i sindacati rinvio:
    ——-

    Ita, la trattativa con i sindacati prosegue fino a mercoledì. Usb: “La compagnia vuole cancellare tutele, allarme per tutti i lavoratori”

    https://www.google.it/amp/s/www.ilfattoquotidiano.it/2021/09/07/ita-trattativa-con-i-sindacati-sul-contratto-fino-a-mercoledi-usb-la-compagnia-vuole-cancellare-tutele-allarme-per-tutti-i-lavoratori/6313811/amp/
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3614
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da I-TIGI 08.09.21 1:20

    Ita, aerei Alitalia acquistati per 1 euro. I commissari replicano: «Semplificazione fuorviante»
    di Gianni Dragoni

    https://www.google.it/amp/s/amp24.ilsole24ore.com/pagina/AEHanwg
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2379
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da FlyIce 08.09.21 9:40

    I-TIGI ha scritto:Ita, aerei Alitalia acquistati per 1 euro. I commissari replicano: «Semplificazione fuorviante»
    di Gianni Dragoni

    https://www.google.it/amp/s/amp24.ilsole24ore.com/pagina/AEHanwg
    La storia dell' 1 Euro è un problema di chi l'ha tirata fuori e che ora deve difenderla. Noi non l'abbiamo rilanciata.
    Mi pare ovvio che il ramo aviation valga poco o niente: uno si prende solo qualche aereo, gli slot, e un po' di contratti funzionali alle operazioni e alle vendite. ITA si è già fatta una struttura operativa sua per ottenere il COA, quindi le serve poco. Alcuni "asset" arrivano con debiti e ipoteche associate, perchè non si possono scindere.

    Nell'articolo c'è anche altro: alle 17 di oggi scade il termine per la trattativa sindacale.
    Il tema è molto poco di aviation ma piu' sindacale; appare pero' evidente un atteggiamento di ITA che stride un po' con il suo status di azienda posseduto al 100% del Ministero dell'Economia.

    Non c'è discontinuità con la boriosità di Alitalia, anzi sembra di essere tornati ai tempi dei capitani coraggiosi, cha avevano abbaiato molto ma morso poco (i risultati non erano arrivati).
    malpensante
    malpensante

    Messaggi : 448
    Data d'iscrizione : 22.03.19

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da malpensante 08.09.21 9:50

    FlyIce ha scritto:La storia dell' 1 Euro è un problema di chi l'ha tirata fuori e che ora deve difenderla. Noi non l'abbiamo rilanciata.
    Mi pare ovvio che il ramo aviation valga poco o niente: uno si prende solo qualche aereo, gli slot, e un po' di contratti funzionali alle operazioni e alle vendite.
    Gli slot a Linate non valgono nemmeno 2 euro?
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2379
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da FlyIce 08.09.21 10:51

    malpensante ha scritto:
    Gli slot a Linate non valgono nemmeno 2 euro?
    Per me no, ma decide il "perito terzo indipendente".
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2379
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da FlyIce 08.09.21 13:23

    Michael O'Leary è oggi in Italia e su ITA e Alitalia non si è risparmiato

    O'Leary (Ryanair): "Ita fallirà come Alitalia"

    L'ad della compagnia aerea low cost: "Destino è essere venduta"


    "Alitalia e Ita sono due facce della stessa medaglia, anche la nuova compagnia riceverà soldi pubblici come la vecchia ma alla fine anche Ita fallirà". E' netto il giudizio formulato all'Adnkronos da Michael O'Leary, ad del gruppo Ryanair, che osserva come "nel medio termine di sicuro Ita non farà utili: i conti non saranno sostenibili e avrà di nuovo bisogno dei soldi pubblici". Quello attuale, aggiunge il manager irlandese, "è l'ennesimo 6 round di aiuti concesso ad Alitalia, ma l'Europa continuerà ad autorizzarli fino a quando, alla fine, sarà venduta a Lufthansa o Air France".
    "Entro 3-4 anni non penso che Ita resterà una compagnia indipendente" afferma: in ogni caso, "nel post-covid Ita sarà il 60% della compagnia precedente, e questa riduzione di capacità è una sfida per Ryanair per cogliere le opportunità" aperte da questo disimpegno.
    L'ad di Ryanair conferma che la compagnia "non è interessata al marchio di Alitalia", una società che "alla fine non ha asset di valore. A parte gli slot, che speriamo vengano riassegnati in tempi brevi, per poter crescere sul vostro mercato".
    Un mercato che - osserva - ha finora sofferto di un problema "strutturale": "è un sistema che ruotava intorno ad Alitalia, una compagnia controllata dal governo. E le linee aeree non possono funzionare se operano sotto il controllo pubblico". "Basti vedere - ricorda - cosa è successo a British Airways, che non ha avuto più bisogno di aiuti di stato dopo essere stata privatizzata. In Alitalia hanno speso soldi per le uniformi, si sono preoccupati di soddisfare i lavoratori e non i clienti".
    "Ma in questi anni il settore aereo si è trasformato, i viaggi di breve raggio è diventato una 'merce', la gente vuole viaggi a poco costo, Il consumatore si è mosso in avanti mentre il governo e i sindacati - lamenta il manager - si sono rifiutati" di accettare la nuova situazione.
    "In Italia abbiamo visto una ripresa molto forte, e al momento registriamo una alta richiesta dal Nord Europa verso il vostro paese", ha detto ancora O'Leary, in occasione della presentazione degli operativi invernali, ribadendo la 'scommessa' della compagnia sul nostro mercato, confermata dall'apertura di due nuove basi (Treviso, già operativa, e Torino, da fine ottobre).
    O'Leary evidenzia le dinamiche - in questa fase post-pandemica - del traffico aereo: "I voli nazionali si stanno riprendendo molto più rapidamente di quelli a lungo raggio, anche perché il varo del green pass europeo digitale a luglio ha spinto il traffico domestico". Per quanto riguarda l'Italia, in dettaglio "pensiamo che le prenotazioni della stagione estiva si allungheranno a settembre e ottobre". "Chi prima del covid avrebbe viaggiato in autunno verso l'Asia o l'America oggi è in un certo senso forzato a restare in Europa e l'Italia è in cima alla sua agenda" osserva l'ad di Ryanair.
    Ma - spiega - i viaggiatori potranno contare su costi più favorevoli, visto che "è una ripresa di volumi e non di prezzi, che sono stati in questi mesi molto più bassi rispetto al periodo pre-covid e lo resteranno anche nelle prossime stagioni".

    Link: https://www.adnkronos.com/oleary-ryanair-ita-fallira-come-alitalia_2u2zRSmXmG3VRVkRlOiML8

    Si dice non interessato al marchio Alitalia, ma per affermazioni del genere si solito è bene sentire l'audio originale. A volte certe info escono distorte.
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2379
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da FlyIce 08.09.21 20:15

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 3e492010

    Non hanno fatto l’accordo con i sindacati.
    Siete sorpresi? Se ci avete letto finora, no.

    ITA parte con un presidente “celodurista”, in termini aziendali, che forse si crede di essere Marchionne, ma non lo è. Soprattutto non è in un’azienda privata.
    L’Amministratore Delegato/Direttore Generale lo cercano invece a “Chi l’ha visto?”.
    Da quando è arrivato il nuovo presidente non ha più fiatato. Si sarà accorto che c’è un sacco da fare prima della partenza e starà lavorando sodo?
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2379
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da FlyIce 08.09.21 22:15

    Puntualissime sono iniziate le proteste, ma dei lavoratori Alitalia, il 30% dei quali non ha neanche mandato il curriculum a ITA per continuare a lavorare ma evidentemente puntano sulla generosità del governo (CIGS). Un calcolo che potrebbe rivelarsi errato, ma 4 anni fa avevano votato per colare a picco l’Alitalia di Etihad e banche, ritrovandosi protetti dallo Stato per 4 lunghi anni.
    ITA potrebbe essere formata da una grossa percentuale di quelli che una volta si chiamavano “krumiri” (e mo, non sono i biscotti); magari non è neanche un male.

    https://www.ilgiorno.it/cronaca/alitalia-ita-lavoratori-bloccano-aeroporto-fiumicino-1.6779477

    malpensante
    malpensante

    Messaggi : 448
    Data d'iscrizione : 22.03.19

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da malpensante 08.09.21 22:50

    Altavilla è celodurista perché Draghi lo copre, potendo fregarsene del consenso alle prossime elezioni. Siccome il piano industriale di ITA prevede più di 100 aerei nel 2025 e magari 500 aerei nel 2027, la plebe è convinta di avere una compagnia di bandiera, ci sarà Cassa Integrazione per chi resta (disoccupato) in Alitalia SAI in A.S. La UE imporrà vanamente la restituzione dei prestiti ponte e finirà come al solito a tarallucci e vino.
    Spero soltanto che la crescita futura della flotta resti un sogno (o meglio un incubo).
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2379
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da FlyIce 09.09.21 9:12

    Per non dimenticare: la condanna per gli aiuti infiniti durante i 4 anni di Amministrazione Straordinaria è in arrivo.
    L'annuncio è atteso per oggi, ce lo anticipa il Financial Times. In Italia tutto tace.

    Rome set to be told $900m loan to Alitalia breached EU state-aid rules

    Italian national carrier set to be replaced within weeks by new standalone airline

    Javier Espinoza in Brussels and Miles Johnson in Rome

    Italy’s government breached EU state-aid rules when it gave €900m in rescue loans to Alitalia in 2017, according to a verdict set to be announced by Brussels.
    The decision by EU competition authorities, which two people with direct knowledge of the matter said was set to be made public on Thursday, though that timing may slip, comes after a three-year investigation into whether bridge loans to Alitalia illegally distorted competition in the bloc.
    EU law prohibits a member state from granting a company financial support that gives it an advantage over its rivals. The current Italian government, which was not in office when the loans were made, declined to comment.
    The decision spells the latest ignominious chapter for Alitalia, Italy’s perennially lossmaking flag carrier for 75 years. The Rome government has already been working with Margrethe Vestager, the EU competition chief, on a deal to allow a new airline to be created that will be independent of Alitalia.
    Brussels will confirm the details of the new airline, known as Italia Transporto Aereo (ITA), which will start flying next month.
    ITA will be economically independent and will not be liable for any illegal state aid received by Alitalia in recent years, people with direct knowledge of the plans said.
    The new carrier will be able to buy part of Alitalia’s fleet and a reduced number of landing slots as part of the deal stuck between Italy and Brussels to allow the new company to operate, these people added. ITA will also be able to bid for the right to trade under the name Alitalia.
    Alitalia has faced financial difficulties for decades and has not posted an annual net profit since the start of the millennium. Rome took full control of the airline during the Covid-19 pandemic, when aviation was hit by strict curbs on travel to control the spread of the virus. 
    Other European governments also put funds into national carriers during the pandemic. Michael O’Leary, chief executive of Ryanair, compared Germany’s Lufthansa to a “crack cocaine junkie”.
    Brussels is still to rule on a separate €400m government loan given to Alitalia to help it streamline its operations as it tried to sell assets in 2019. Opening that inquiry last year, the commission raised “serious doubts” about whether the aid was in line with state-aid rules.
    This year Mario Draghi, Italy’s prime minister, joked that he considered Alitalia “a family thing, a little expensive”, referring to its emotional connection with Italians as well as its sizeable losses.
    Draghi’s new unity government has embarked on a vastly ambitious programme of national reform to relaunch Italy’s stagnant domestic economy, including sweeping changes to the country’s legal system and bureaucracy.
    The new version of the airline, he said, had to “be supported by its own wings, without subsidies”.

    Link: https://www.ft.com/content/e1c1542f-7dd2-42ae-b483-0031b103df57
    malpensante
    malpensante

    Messaggi : 448
    Data d'iscrizione : 22.03.19

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da malpensante 09.09.21 11:22

    Ita-Alitalia, esuberi e nuovo contratto sono i nodi del negoziato

    di Gianni Dragoni

    8 settembre 2021

    Si rompe il tavolo coi sindacati. Altavilla tira dritto col piano per i primi voli il 15 ottobre. Ita vuole assumere i 2.800 dipendenti con un regolamento interno

    Il dossier Ita-Alitalia diventa incandescente. Mentre è in arrivo, forse già giovedì 9 settembre, la lettera finale della Commissione europea con le indicazioni necessarie per autorizzare il decollo della nuova compagnia pubblica, a Roma c’è una battuta d’arresto nel negoziato con i sindacati. Il presidente di Ita, Alfredo Altavilla, tira dritto con i suoi piani, ma la tensione è molto alta. Due sono i punti di contrasto tra la nuova società controllata da ministero dell’Economia e i sindacati: le regole del nuovo contratto di lavoro e gli esuberi fra i lavoratori di Alitalia.

    Gli esuberi
    Partiamo dai lavoratori. Il piano di Ita prevede al decollo, previsto per il 15 ottobre se non ci saranno imprevisti, 2.800 dipendenti. Ita vuole fare assunzioni sul mercato e ha aperto fino al 6 settembre una piattaforma online sulla quale sono arrivate 29.451 candidature. Di queste oltre 7.200 sono di dipendenti Alitalia, circa il 70% della forza lavoro complessiva, pari a circa 10.200 addetti. Già questi numeri fanno capire che, se anche Ita assumesse solo i lavoratori di Alitalia, ci sarebbe il rischio di arrivare a più di 7mila esuberi. I 2.800 addetti da immatricolare al via sono divisi tra 1.550 naviganti e 1.250 lavoratori di terra. Poiché i naviganti di Alitalia sono circa 4.500, tra loro ci sarebbero circa 3mila esuberi. Tra i lavoratori di terra, qui si parla soprattutto degli uffici e funzioni centrali, gli esuberi sarebbero quasi nulli, considerando che nel lotto aviation di Alitalia ci sono 1.400 addetti, lasciando da parte gli addetti dei due rami d’azienda che, dopo la costituzione di nuove società, verranno venduti con procedura separata dai commissari, cioè handling e manutenzione.

    I sindacati chiedono 4 anni di cigs
    I sindacati hanno chiesto al governo di garantire ammortizzatori sociali per quattro anni, fino al 31 dicembre 2025, per coprire tutto il periodo del piano industriale di Ita. Per ora i commissari hanno chiesto l’estensione della cigs per un anno, fino al 22 settembre 2022, mentre il governo non ha detto nulla nel merito. I sindacati vorrebbero l’estensione della cigs come quella introdotta per Alitalia nel 2008, ai tempi dell’operazione berlusconiana dei Capitani coraggiosi, con la garanzia dell’80% dello stipendio effettivo. Ben di più dei circa mile euro lordi al mese della cigs che è il massimo per i lavoratori dell’industria, dei servizi e di altri settori.

    Il nuovo contratto e il taglio degli stipendi
    Ita ha detto che vuole un contratto più competitivo, quindi stipendi più bassi per allinearsi alla concorrenza. Secondo i sindacati le proposte dell’azienda, messe sul tavolo il 6 settembre, prefigurano contratti per i naviganti (piloti e assistenti di volo) con stipendi «inferiori a Ryanair e alla media delle low cost operanti in Italia», ha riferito al Sole 24 Ore una fonte che partecipa alle trattative. Tra gli esempi, secondo i sindacati, in Ita un comandante Alitalia con 24 anni di anzianità potrebbe guadagnare al massimo 114mila euro lordi l’anno, rispetto ai 140mila euro lordi di un comandante di Ryanair con 7 anni di anzianità, quindi molto più giovane. E tutti gli altri piloti dovrebbero guadagnare di meno, a scalare. Per gli asisstenti di volo, secondo la stessa fonte, le simulazioni sulla base delle tabelle di Ita porterebbe a uno stipendio medio di circa 35mila euro lordi l’anno, mentre per i lavoratori di terra verrebbero sostanzialmente mantenuti gli attuali livelli, in media circa 34.800 euro lordi annui. Sono cifre ufficiose, da verificare, Ita non ha diffuso dati.

    Spaccatura fra i sindacati
    Le proposte di Ita hanno diviso i sindacati, già separati in due schieramenti. Da un lato i confederali Cgil, Cisl e Uil, alleati del sindacato più di destra Ugl, che non vogliono condividere il negoziato e il contratto con i rappresentanti di piloti e assistenti di volo. Il presidente di Ita Alfredo Altavilla ha voluto un tavolo unico di negoziato, per arrivare a un contratto firmato da tutti, senza spezzatino tra le categorie e le sigle sindacali. Allo scadere dell’ultimatum per individuare i «fondamentali» del nuovo contratto, fissato per le 17 dell’8 settembre, Altavilla ha dovuto prendere atto che non c’è accordo.

    Il mancato accordo
    Ita ha detto che, «rilevata l'indisponibilità alla firma unitaria dei testi presentati il 6 settembre, requisito imprescindibile per accompagnare la nascita di un progetto così ambizioso e di respiro internazionale, ha preso atto della impossibilità di addivenire ad un accordo». La società ha reso noto che Cgil-Cisl-Uil e Ugl, che rappresentano soprattutto i lavoratori di terra, hanno disertato l’incontro con l’azienda e la mattina dell’8 settembre hanno fatto arrivare a Ita «una controproposta che escludeva le associazioni professionali» dei piloti e assistenti di volo dalla firma della stessa. Non si conosce il contenuto di questa controproposta. Questi sindacati sono rimasti a Fiumicino nell’assemblea dei lavoratori. Sono andati all’incontro, per le 15, solo i rappresentanti dei naviganti, Fast Confsal e le sigle riunite nella Fnta (Anpac, Anpav, Anp e Assovolo), che tuttavia «hanno manifestato l’impossibilità di sottoscrivere le proposte in precedenza presentate dall’azienda» perché ritengono trobbo bassi gli stipendi. Al termine è stato sottoscritto un verbale di mancato accordo, in cui si dice che «non sussistono, allo stato, le condizioni per addivenire ad un acordo complessivo», firmato da Altavilla e solo dai rappresentanti dei naviganti.

    L’azienda vuole andare avanti
    In questa situazione confusa l’azienda intende andare avanti con i suoi programmi, «conferma l’intenzione di procedere all'assunzione delle 2.800 persone attraverso l’applicazione di un regolamento aziendale». Ci sarà una selezione tra i quasi 30mila che hanno inviato il cv. Ita intende fare le assunzioni sulla base di regole interne, senza applicare contratti collettivi condivisi con i sindacati. Altavilla, che è stato fino a luglio 2018, a fianco di Sergio Marchionne al vertice dell’ex Fiat e Fca, intravede un percorso simile a quello sperimentato dalla Fiat, dopo la strappo di Marchionne con l’uscita da Confindustria nel 2011. Fiat è un’azienda privata, Ita è controllata al 100% dal ministero dell’Economia. Altavilla ha espresso «il rincrescimento per l’impossibilità di arrivare a un accordo, motivata dal perdurare di pregiudiziali puramente formali che nulla hanno a che fare con il merito e la bontà del progetto relativo alla nascita di Ita e che rispecchiano consuetudini e linguaggi non più attuali», dice la nota di Ita. «I tempi sono cambiati, bisogna adeguarsi. Altrimenti l’azienda non ha futuro», ha detto Altavilla nelle riunioni.

    Confederali e Ugl chiedono l’intervento del governo
    «La rottura delle trattative da parte di Ita è la goccia che ha fatto traboccare il vaso», hanno replicato, in una nota unitaria, i segretari generali di Cgil e Fillt, Maurizio Landini e Stefano Malorgio, Cisl e Fit, Luigi Sbarra e Salvatore Pellecchia, Uil e Uiltrasporti, Pierpaolo Bombardieri e Claudio Tarlazzi. Hanno chiesto l’intervento del governo sulla richiesta di cigs per gli esuberi di Alitalia fino al 2025. «È inaccettabile - concludono i segretari generali - che un’azienda di proprietà dello Stato agisca con una modalità al limite delle regole e senza alcuna idea di responsabilità sociale, fino a mettere in discussione l’esistenza del contratto nazionale. Ora - sostengono - serve intervenire e convocare urgentemente il tavolo sull’emergenza trasporto aereo che avrebbe dovuto essere già stato convocato a seguito delle nostre reiterate richieste, rimaste totalmente inascoltate da parte dei ministeri che ne avrebbero avuta la titolarità, finanziando innanzitutto un ammortizzatore sociale che accompagni il piano industriale messo in campo da un’azienda pubblica».

    Giorgetti appoggia Altavilla
    Il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha espresso sostegno ai vertici di Ita. Ha detto che «almeno sulla carta Ita deve nascere in condizioni di economicità. E le scelte degli amministratori, che sono stati nominati dal Mef, rispondono esattamente a questi dettami. Siamo in attesa, spero che sia questione di ore, della decisione finale della Commissione Ue che contiene gli elementi sulla base dei quali l’amministrazione straordinaria si sta muovendo», ha aggiunto il ministro.

    La decisione della Ue
    Secodo il Financial Times la decisione della Commissione sarà emessa il 9 settembre e dirà che il governo ha violato le regole sugli aiuti di Stato quando ha concesso prestiti ad Alitalia per 900 milioni di euro nel 2017. Era il governo di Paolo Gentiloni, oggi commissario Ue. Alitalia dovrebbe quindi restituire allo Stato questa somma, ma non ha i soldi. La decisione Ue stabilirà anche la «discontinuità» tra Alitalia e Ita, altrimenti sarebbe Ita a dover rimborsare gli aiuti di Stato. Terzo punto della decisione, secondo quanto risulta al Sole 24 Oe, dovrebbe essere un via libera della Ue alla ricapitalizzazione di Ita per 700 milioni da parte del Mef.


    https://www.ilsole24ore.com/art/ita-alitalia-esuberi-e-nuovo-contratto-sono-nodi-negoziato-AEfRXZh?cmpid=nl_morning24&refresh_ce=1
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2379
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da FlyIce 09.09.21 11:55

    malpensante ha scritto:...
    I sindacati chiedono 4 anni di cigs
    I sindacati hanno chiesto al governo di garantire ammortizzatori sociali per quattro anni, fino al 31 dicembre 2025, per coprire tutto il periodo del piano industriale di Ita. Per ora i commissari hanno chiesto l’estensione della cigs per un anno, fino al 22 settembre 2022, mentre il governo non ha detto nulla nel merito. I sindacati vorrebbero l’estensione della cigs come quella introdotta per Alitalia nel 2008, ai tempi dell’operazione berlusconiana dei Capitani coraggiosi, con la garanzia dell’80% dello stipendio effettivo. Ben di più dei circa mile euro lordi al mese della cigs che è il massimo per i lavoratori dell’industria, dei servizi e di altri settori.
    ...
    E' probabile che non la ottengano, perchè creerebbe un precedente con altre categorie di lavoratori colpiti dalla crisi.
    malpensante
    malpensante

    Messaggi : 448
    Data d'iscrizione : 22.03.19

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da malpensante 09.09.21 13:02

    Oddio, basta guardare il recente rinnovo della CIGS a Air Italy, anche la concessione di un termine più breve nei fatti viene superato dai rinnovi quando arriva la scadenza.
    malpensante
    malpensante

    Messaggi : 448
    Data d'iscrizione : 22.03.19

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da malpensante 09.09.21 13:15

    Alitalia, arriva la condanna Ue. Un decreto urgente per salvare Ita
    dal nostro corrispondente Claudio Tito

    Il consiglio dei ministri di oggi varerà una misura transitoria per garantire il passaggio tra vecchia e nuova compagnia, visto che Bruxelles impone la restituzione di 900 milioni di euro in aiuti di Stato
    09 SETTEMBRE 2021

    BRUXELLES -  Dopo una serrata trattativa tra la Commissione e il governo italiano consumata nelle ultime 12 ore, arriva l’ultima decisione su Alitalia. Secondo le ultime intese, la Commissione annuncerà la decisione sul prestito di 900 milioni concesso nel 2017 ad Alitalia. La sentenza, come ampiamente previsto, sarà negativa: ossia quei soldi sono considerati aiuti di Stato non compatibili con la legislazione europea e quindi vanno restituiti. Prima di questo annuncio, però, - forse oggi stesso in Consiglio dei ministri – il governo italiano approverà una norma transitoria che consentirà il passaggio ordinato tra Alitalia e Ita il prossimo 14 ottobre. Una norma che dovrebbe prevedere la “non contestuale restituzione del prestito”.

    La bocciatura come aiuti di stato da parte di Bruxelles, infatti, senza una adeguata copertura giuridica potrebbe rendere assai complicata la nascita della nuova Compagnia e l’addio alla vecchia. Sostanzialmente il rischio sarebbe quello di una immediata apertura della procedura fallimentare. Per questo l’esecutivo italiano ha chiesto di aspettare per non far saltare tutto l’iter seguito per Ita. La commissione, nella figura della responsabile alla Concorrenza la danese Margrethe Vestager, si sarebbe impegnata nella notte a non comunicare la decisione sugli aiuti di Stato prima del decreto italiano. E nello stesso tempo si sarebbe impegnata a confermare contestualmente il via libera definitivo alla nuova società con capitale di 1,35 miliardi al momento sotto il controllo del Tesoro. Ma anche fatto capire di non poter attendere molto rispetto ad un giudizio ormai strutturato da tempo.

    Il governo italiano sta in questo momento valutando quale veicolo legislativo utilizzare per questa norma transitoria. Potrebbe essere un decreto ad hoc o uno già in fase di elaborazione. Il tempo di attesa, dunque, sarebbe solo legato a questa scelta. Ma il “pacchetto” Alitalia a questo punto appare chiuso con la “condanna” sugli aiuti di Stato e l’autorizzazione alla nuova Compagnia.


    https://www.repubblica.it/economia/2021/09/09/news/alitalia_pronto_un_decreto_del_governo_per_proteggere_l_operazione_ita-317089920/?ref=RHTP-BH-I315657642-P2-S1-T1
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2379
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da FlyIce 09.09.21 14:25

    Rispondo qui ad una domanda fatta in Controforum:
    spanna ha scritto:gia' scritta mica tanto, il grounding lo fanno o non lo fanno?
    La condanna era già scritta da tempo, gli aiuti erano abbondamente fuori dai parametri.

    Per quanto riguarda il grounding, è difficile che lo faccia Alitalia in AS perchè i comissari hanno il mandato esplicito (ma noto solo agli addetti ai lavori) di dare continuità operativa alla compagnia, perchè questo è visto come un modo per preservare il valore degli asset.
    Con la condanna diventano istantaneamente insolventi ed è l'insolvenza dell'insolvenza in quanto Alitalia era già fallita entrando in AS oltre 4 anni fa. I libri sono già in tribunale.
    Il decreto di cui si parla nel post precedente è proprio per evitare che debbano chiudere all'istante con l'arrivo della condanna, ma non c'è da farsi illusioni: il 14 ottobre smetteranno di volare, come già deciso.

    Da 15 ottobre inizia un'altra storia, quella di ITA: loro potrebbero fare una specie di grounding se partono in ritardo,ad esempio all'inizio in pratica non c'è l'intercontinentale. Visto che in pratica partono senza rappresentanze sindacali riconosciute (stando alla situazione attuale), sono improbabili grossi scioperi del proprio personale. Potrebbero esserci dei blocchi da parte di quelli che rimangono in cassa, come ieri sera, ma non è esattamente uno scenario da gounding e colpirebbe un po' tutto il traffico aereo, non solo ITA.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3614
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da I-TIGI 09.09.21 17:33

    Alitalia, un successone.
    La EU è stata sin troppo paziente e collaborativa quindi ho il governo trova una pezza in poche ore o il banco salta (Margerethe non può attendere il 14/9.
    A proposito l’accordo con la EU è per ora solo formale e la gara per il brand Alitalia langue.
    Siamo difronte ad un pastrocchio che ogni giorno anziché sciogliersi si arrotola sempre di più, tanto al 15 ottobre c’è tempo…
    Morale siamo arrivati a pregare in ginocchio sui ceci a Margerethe di non inviare il fax (se no sappia che comunque verrà perso) 😂

    Intanto Mol deve essere passato dalla cartomante in Fiori Chiari:

    ——-

    O'Leary (Ryanair): "Ita fallirà come Alitalia"

    https://www.google.it/amp/s/www.adnkronos.com/oleary-ryanair-ita-fallira-come-alitalia_2u2zRSmXmG3VRVkRlOiML8/amp.html


    Ultima modifica di I-TIGI il 09.09.21 17:40 - modificato 1 volta.
    D960
    D960

    Messaggi : 411
    Data d'iscrizione : 27.03.19

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da D960 09.09.21 17:39

    FinITA ancora prima di cominciare.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3614
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da I-TIGI 09.09.21 17:41

    Dalle dichiarazioni di Mol:
    L'ad di Ryanair conferma che la compagnia "non è interessata al marchio di Alitalia", una società che "alla fine non ha asset di valore. A parte gli slot, che speriamo vengano riassegnati in tempi brevi, per poter crescere sul vostro mercato".
    ——

    Traduzione: mi prendo slot su Linate e volo dove non volo da MXP a BGY, a FCO ed “arrivederci ITA”

    Ancora:
    ———

    Un mercato che - osserva - ha finora sofferto di un problema "strutturale": "è un sistema che ruotava intorno ad Alitalia, una compagnia controllata dal governo. E le linee aeree non possono funzionare se operano sotto il controllo pubblico". "Basti vedere - ricorda - cosa è successo a British Airways, che non ha avuto più bisogno di aiuti di stato dopo essere stata privatizzata. In Alitalia hanno speso soldi per le uniformi, si sono preoccupati di soddisfare i lavoratori e non i clienti".
    ——-

    Eh già le divise…clienti? Beh si sa che non contano nulla anzi meno ci sono dentro l’aereo e’ meno sbattimento, Mol non vuole capire 😂

    Contenuto sponsorizzato

    E' nata ITA: biglietti in vendita - Pagina 4 Empty Re: E' nata ITA: biglietti in vendita

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è 26.09.21 7:58