Malpensa Insiders

News, analisi e anticipazioni su tutto quello che gira intorno a Milano Malpensa e all'aviazione civile in Italia


+4
Mattia
malpensante
FlyIce
I-TIGI
8 partecipanti

    Alitalia, scontro con la EU

    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 26.03.21 21:46

    BRUXELLES, 26 MAR - La decisione sulla terza tranche di ristori per Alitalia legati ai danni subiti per il Covid, inizialmente programmata per lunedì prossimo, è stata anticipata a questa sera. E' quanto si apprende a Bruxelles da fonti vicine al dossier.
    Le fonti confermano che l'importo approvato da Bruxelles sarà inferiore alla richiesta italiana di 55 milioni. Dopo il via libera dell'Ue, il governo potrà sbloccare i ristori per pagare gli stipendi dei dipendenti.
    (ANSA)
    ————-

    A quanto pare l’umica cosa importante era evitare qualche giorno di ritardo di nuovo per gli stipendi, invece le fatture dei fornitori, società’ aeroportuali etc etc possono pure essere cestinate chi se ne frega dei loro dipendenti, questo e’ il modo di operare di questa compagnia che oltraggia la bandiera italiana altro che vanto ed orgoglio!

    PS a parte ciò altro silenzio, neanche più le solite noti di “cordialità”? Eh già 24 mil approvati come ristori altro che 55...

    E tra brand e logo Alitalia e MilleMiglia cosa molleranno? Dolcetto o scherzetto?
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2366
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da FlyIce 26.03.21 22:19

    Non si sente più parlare di cordialità con la EU ma è sempre tutto molto “costruttivo”, parola che alla senatrice Lupo, ex hostess Alitalia, inizia a suonare stonata:

    Alitalia, scontro con la EU E949ec10
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 26.03.21 23:37

    A forza di “costruire” alla fine si arriverà ai 30 aerei?
    Intanto sgamata la furbata di proporre alla EU 5 aerei di lungo raggio  per voli passeggeri spacciando per soli cargo altri 3 che non lo sono (essendo solo aerei pax che verrebbero usati per un po’ per cargo in cabina e non convertiti).
    Respinto al mittente il numero di crew rispetto agli arei effettivi, idem la cessione slot su Linate.
    Tra l’altro ultimi ristori autorizzati (dimezzati) sono gli ultimi quindi i tempi stringono mentre saranno dichiarati aiuti di stato quanto concesso ad Alitalia.

    La Lupo e’ la dimostrazione di una politica fallimentare e assistenzialistica che porterà l’Italia agli anni 70 con carrozzoni statali inefficienti.
    Se sino ad ora abbiamo assistito ad una società plurifallimentare con scelte sempre fuori ogni logica di mercato, la statale ITA sarà ancora peggio, preparatevi.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 27.03.21 12:02

    Se lo dice il Messaggero che e’ stata fumata nera...da ciò che ho sentito tra ieri sera ed oggi direi che oltre ai contenuti in EU non piacciono certi atteggiamenti da parte dei “nostri” che anziché presentare qualche cosa di logico insistono sul ricatto occupazionale e basta mentre le 90 richieste attendono sempre ancora risposta dimostrando il massimo della spocchiosita’.
    Si stanno “costruendo” un bel muro, complimenti.

    https://www.ilmessaggero.it/economia/news/alitalia_salvataggio_ue_ita_cosa_succede_slot_manutenzione_handling_ultima_ora_27_marzo_2021-5858112.html

    Alcuni passaggi:

    Fumata nera, anzi nerissima per il futuro di Ita-Alitalia. Nonostante i toni concilianti del comunicato finale, il vertice in video conferenza, il terzo in poche settimane, tra i ministri dell’Economia, Daniele Franco, dello Sviluppo, Giancarlo Giorgetti, e delle Infrastrutture, Enrico Giovannini, con la Commissaria Ue alla concorrenza, Margrethe Vestager, è andato male. Nessun via libera quindi all’attività di Ita, che era pronta a far partire subito “l’operazione flotta”, acquistando dalla vecchia Alitalia 47 aerei. Il cda della compagnia, riunito ieri sera in stretto contatto con il Tesoro, sta valutando il da farsi.

    BRUSCO STOP

    Da Bruxelles c’è stato infatti un brusco irrigidimento che ha lasciato di stucco sopratutto il ministro Franco. Gli euroburocrati della Vestager, pressati dalle lobby legate alle grandi compagnie aeree eurpee, hanno infatti chiesto la cessione secca degli slot di Milano e puntato i piedi su manutenzione e handling. Le due attività, secondo la Commissione, non possono e non devono far parte del perimetro di Ita, nemmeno se la newco fosse in minoranza. Insomma, l’intendimento di Bruxelles, almeno in questa fase di negoziazione, sembra quello di voler far fare uno spezzatino di Alitalia, cedendo sul mercato i vari asset industriali e rendendo arduo se non impossibile il decollo della nuova compagnia tricolore. Le richieste Ue, sopratutto quella sui diritti di atterraggio e decollo presso l’aeroporto di Linate, sono considerate dal Tesoro non in linea con il piano industriale e la strategia di Ita. Toglierebbero cioè linfa vitale ai conti della compagnia, risorse fondamentali per rendere sostenibile e remunerativa la nuova avventura nei cieli. No anche alla fuoriuscita dall’orbita di Ita di manutenzione e servizi di terra. Pieno appoggio quindi alla linea dell’ad Fabio Lazzerini.

    Su Il Giornale:

    La nuova Alitalia non passa il test Ue

    https://www.google.it/amp/s/amp.ilgiornale.it/news/economia/nuova-alitalia-non-passa-test-ue-1934078.html
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 27.03.21 14:39

    Da Il Messaggero:

    Alitalia, stop Ue al salvataggio. L’ombra delle lobby: vietata la vendita a Ita di slot, manutenzione e handling

    ——

    Ecco pronto il Messaggero a dare la colpa in stile italico ad altri, le lobby...!
    Non e’ mistero che sul tavolo della commissione EU ci siano vari ammonimenti nel rispettare le regole e dato che ITA dovrebbe diventare vettore statale al 100% che queste siano rigidissime al contrario piomberanno ricorsi e non solo.
    Pensate un po’ tra i più duri i loro ex cugini francesi 😂
    Sui slot, valido non solo su Linate ma su tutti gli scali dove vorranno operare, ITA dovrà chiederli ex novo, a Roma debbono capire con le buone o con le cattive che certe continuità non sono consentite.
    Margrethe sarà ansiosa di conoscere quale altra furberia verrà presentata nella prossima videocall anche perché parlare tra muri stanca specialmente di venerdì prima del weekend.
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2366
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da FlyIce 27.03.21 15:49

    Ho postato non a caso l’intervento della Lupo di ieri sera:
    1. rende bene la “tensione” si queste ore
    2. un po’ di notizie non guastano perché troppi altri media sono in silenzio

    Diano le colpe a chi vogliono: alle lobby, alle scie chimiche, al “virus cinese” ...
    Stanno ricevendo il conto di tre anni di commissariamento farsa, durante i quali è continuato tutto come prima e come sempre.

    Gli altri non sono brutti e cattivi, sono solo seri!
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 27.03.21 16:21

    Stralcio da il Messaggero, gran finale:

    Non è escluso che di fronte all’impasse, il cda di Ita decida di andare avanti lo stesso, dotandosi di una flotta e alzando finalmente i carrelli.

    https://www.ilmessaggero.it/economia/ne ... 58112.html
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 27.03.21 16:22

    Stralcio da il Messaggero, gran finale:

    Non è escluso che di fronte all’impasse, il cda di Ita decida di andare avanti lo stesso, dotandosi di una flotta e alzando finalmente i carrelli.

    https://www.ilmessaggero.it/economia

    Memo:

    1. Alitalia non e’ nella posizione di chiedere chiusura o limitazioni di LIN

    2. La EU e ne Milano sta ai desiderata di Alitalia la quale pretende arrogantemente di volere LIN quasi in esclusiva dicendo che senza non c’è la farebbe, ma non hanno hub a FCO? Quindi vivrebbero grazie al mercato milanese e non romano? Milano dovrebbe mantenere il loro carrozzone romano?

    3. Se pensavano che in EU non li aspettavano al varco con un piano industriale scritto da Lazzerini in cinque minuti su carta igienica...

    4. Chi pensa che chiudendo Linate si trasformi MXP in hub o altra evidentemente continua a sognare una Alitalia a MXP la quale non e’ gradita.
    Prima il governo autorizzi la terza pista su MXP e che si realizzino i nuovi terminals poi si potrà accettare una chiusura al commerciale di Linate.
    Ogni riduzione di MIL attualmente con la capacità da 4 piste a 3 non e’ presa minimamente in considerazione, chi lo spera sogna o ha interessi poco chiari.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 27.03.21 18:18

    Ed ecco l’articolo su Corsera di Berberi:

    https://www.google.it/amp/s/www.corriere.it/economia/consumi/cards/nuova-alitalia-condizioni-bruxelles-tutti-nodi-rilancio-compagnia/cosa-serve-newco-italia-trasporto-aereo_principale_amp.html

    Alcuni stralci:

    Dal lato europeo, però, non hanno gradito l’approccio italiano che — conferma una fonte comunitaria — sembra fare orecchie da mercante sulla questione della discontinuità aziendale.

    Il nodo di Linate
    A proposito di Linate — aeroporto importante perché a due passi dal centro di Milano e perché senza più spazi liberi — da quel che si apprende a Bruxelles vorrebbero non soltanto decidere quanti diritti di decollo e atterraggio oggi in mano ad Alitalia dovrebbero essere liberati e quindi assegnati ad altri vettori concorrenti (si parla del 18% per far scendere l’aviolinea tricolore sotto il 50%).
    L’Antitrust Ue avrebbe anche fatto capire che vorrebbe individuare le fasce orarie. Il rischio — spiega una fonte istituzionale italiana — è che l’Europa porti via gli slot più preziosi, quelli della mattina e del tardo pomeriggio che servono ai vettori per far volare passeggeri che si muovono per motivi di lavoro e che quindi pagano un biglietto business.
    ——-

    In realtà la EU per discontinuità vuole conoscere il numero di frequenze giornaliere che potrà fare con gli aerei che avrà e non fittizi ed in più riassegnazione oraria da zero non orari “ereditati”.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 27.03.21 19:43

    Sempre dal Corsera:

    nelle casse aziendali, sempre più in sofferenza, arriveranno 24,7 milioni di euro, soltanto una parte dei 55 milioni richiesti. Secondo Bruxelles i danni subiti dalla compagnia aerea tricolore a causa del coronavirus nei mesi di novembre e dicembre 2020 sono inferiori alla somma domandata.
    ———

    Inferiori di decine di milioni, complimenti....
    A proposito dato che i fornitori sono all’asciutto da mesi, curioso che non si stia ritirando la licenza per una provvisoria.
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2366
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da FlyIce 27.03.21 20:34

    Ci sono parecchi “nodi” da sciogliere in questa vicenda.

    Devono dimostrare discontinuità quindi non possono tenersi tutto quello che aveva la vecchia Alitalia:
    - slot
    - brand
    - programma Millemiglia
    - aerei
    - personale

    Se non si mettono in riga, dopo che a Bruxelles perderanno la pazienza anche a Palazzo Chigi.
    La reazione del ministro Franco (Economia) è significativa.
    Ci sarà un limite alla volontà dei ministri di far brutte figure con la EU.

    Altro che “Draghi deve metterci lui una parola”!
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2366
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da FlyIce 27.03.21 20:38

    Di fatto il titolare del dossier è il Ministro dell’Economia perché azionista unico di ITA.

    Gli altri due ministri coinvolti hanno competenze specifiche a supporto:
    I Commissari della vecchia Alitalia dipendono dallo Sviluppo Economico
    I Trasporti/Infrastructure si occupano del tema.

    Sono due tecnici e un leghista, la discontinuità con il governo precedente non potrebbe essere maggiore. Almeno nel governo la discontinuità c’è.

    Ricordo che questo è il quarto che si occupa di questo fallimento di Alitalia.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 28.03.21 14:36

    A Roma ora si vuol far passare la teoria della complotto contro Alitalia da parte della EU per favorire altri vettori che già da anni hanno il mercato italiano e buttare in rissa la questione slot su Linate.
    Ci si vuol ovviamente scordare di come si e’ presa in giro la EU sui prestiti ponte mai ridati e si fa gli “offesi” per la rottura delle trattative con Bruxell da vere e proprie finte vergini.

    Tutti gli articoli usciti in precedenza che delineavano rapporti cordiali e costruttivi erano falsi, la realtà e’ venuta a galla venerdì scorso.
    Qualcuno sta pensando che il voler fare muro contro la EU (non rispondere ai 92 quesiti dei 4 capitolati, non aver accettato nessuna delle richieste ed opzioni della EU sulla discontinuità) sia stato fatto apposta per andare dritti da soli senza l ok della EU.
    Questo piano B viene riportato da il Messaggero quotidiano che difende la cadrega e una ITA che già tutti sappiamo sarà un disastro annunciato peggiore delle precedenti.

    La domanda e’, una ITA che parta senza l ok della EU da sola quanto potrà durare prima che Bruxell la faccia fuori?

    https://www.google.it/amp/s/www.ilmessaggero.it/AMP/economia/alitalia_ita_salvataggio_low_cost_ue_europa_bruxelles_spiegato_ultime_notizie_oggi_27_marzo-5860039.html
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 29.03.21 16:06

    Gli stipendi dei dipendenti di Alitalia al momento non sono ancora stati pagati. Lo si apprende da fonti sindacali, che precisano di non avere nemmeno ricevuto dall'azienda indicazioni su quando arriveranno le buste paga (solitamente vengono pagate il 27). Mercoledì i sindacati hanno in programma una riunione con i commissari.
    (ANSA)
    ——

    Con anticipo rispetto ad oggi la EU aveva dato settimana scorsa l ok per quasi 25 mil sui 55 mil richiesti come ristori.
    Se al 27/3 (che però era sabato) non sono stati accreditati gli stipendi ma neanche oggi ciò potrebbe voler dire che in cassa non hanno più i fondi necessari per far scattare i bonifici dovendo attendere i ristori.
    Comunque sia qualche giorno di ritardo rispetto a chi magari da mesi non ha stipendio o piccoli acconti non e’ un dramma anche perché lo stato li ha sempre super protetti e chi di loro perde il posto ha anni ed anni di cassa rispetto a tutti gli altri lavoratori italiani, il silenzio sarebbe il minimo

    ———

    https://www.google.it/amp/s/amp.tgcom24.mediaset.it/tgcom24/article/30354669

    Zeni è intervenuto al convegno sul "Rilancio del trasporto aereo nel mondo post Covid" organizzato dalla senatrice M5s Giulia Lupo. "Nella settimana appena conclusa - continua - la società Pwc ha finito l'asseverazione dei nostri numeri", aggiungendo che il "risultato operativo è purtroppo in peggioramento di 20 milioni, che è l'1% dei ricavi dell'anno.
    ——-

    Rilancio del trasporto aereo organizzato dalla Lupo? Siamo a posto, avrà proposto la chiusura dello spazio aereo nazionale ad ogni vettore eccetto la sua cara Alitalia per far si che i farmaci atterrino a Fiumicino senza avere difronte qualche Low Cost che potrebbe far perdere il prossimo premio per vettore più puntuale al mondo con quattro aerei in croce.

    (Come chi afferma che negli anni 30/40 i treni tra Milano e Roma erano sempre puntuali, te credo ce ne era uno al giorno per senso quindi trovare un semaforo rosso era impossibile).
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2366
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da FlyIce 29.03.21 17:25

    I-TIGI ha scritto:...
    La domanda e’, una ITA che parta senza l ok della EU da sola quanto potrà durare prima che Bruxell la faccia fuori?

    https://www.google.it/amp/s/www.ilmessaggero.it/AMP/economia/alitalia_ita_salvataggio_low_cost_ue_europa_bruxelles_spiegato_ultime_notizie_oggi_27_marzo-5860039.html
    Difficile stimarlo ma sarebbe destinata a morte certa, nel giro di un anno o forse due.

    Non ce lo vedo questo governo a fare una "porcata" del genere, cercheranno un compromesso.
    Draghi non è tipo da scontro frontale, anzi, se tenesse fede alle parole che ha detto all'insediamento, non ripartirebbe nessuna nuova Alitalia.
    Pure se decidessero gli italiani la partita Alitalia finirebbe qui: è vista come un covo di raccomandati e provilegiati, a torto o a ragione.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 29.03.21 18:30

    Poco fa al bar ho visto due AV Alitalia ballare (musica al bancone del bar) mentre si legge che da domani faranno guerra:

    https://www.google.it/amp/s/www.repubblica.it/economia/2021/03/29/news/alitalia-294270072/amp/

    Stralci più commenti:

    Anche oggi niente stipendi e il personale Alitalia comincia a innervosirsi. Il rischio è di una prossimo surriscaldamento del clima attorno alla nuova compagnia di bandiera
    ——-
    (Surriscaldamento del clima terrestre...forse)
    ——-
    Da una parte c'è il dialogo a rilento con l'Unione Europea che, a detta di sindacati e alcuni politici, non sembra guardare di buon occhio alla rinascita del vettore favorendo i concorrenti stranieri (dalle low cost ai marchi tradizionali).
    ——-
    (Dialogo a rilento? La EU da mesi attende le risposte ai 92 quesiti dei quattro capitolati, tra l’altro ad oggi il dialogo e’ interrotto)
    ———
    ha spiegato il direttore generale di Alitalia Giancarlo Zeni nel corso di un convegno organizzato dalla senatrice M5S Giulia Lupo - di questi i questi ha già restituito la metà, 645 milioni, pagando imposte e tasse".
    ——
    (Restituiti, i prestiti, con imposte e tasse? Ma sta scherzando?)
    —-

    E oltre ad aver fatto affluire nelle casse dei fornitori nazionali oltre 2,6 miliardi, ha generato un indotto indiretto di 19 miliardi. Quindi - ha aggiunto - ho visto soldi pubblici spesi molto peggio di questo 1,3 miliardi per tutto quello che ha innescato: ogni euro ne ha innescati 20".
    ——
    (Ma sta scherzando? “Affluire nelle casse dei fornitori” come se fosse una regalia! Tra l’altro molti non più pagati da mesi!
    Ha visto soldi pubblici spesi peggio...complimenti quindi conferma lo sperpero e dovremmo credere che non andrà avanti? Praticamente oggi lo ha confermato e tra l’altro facesse i nomi di altri sperperi così passiamo il tutto direttamente alla magistratura)
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 30.03.21 0:16

    https://www.google.it/amp/s/www.ilgiorno.it/economia/alitalia-stipendi-a-rischio-ricavi-1.6187259/amp

    Oggi Alitalia, in termini di passeggeri, è un quarto di Air France-Klm e un quinto di Lufthansa e Iag (British e Iberia). Con 22 milioni di passeggeri, Alitalia è un terzo di Easyjet (74,5 milioni) e meno di un quinto di Ryanair (106 milioni).
    Tra strategie sbagliate, "capitani coraggiosi sì ma con il loro portafogli, fusioni fallite e della difesa di un'italianità che quasi sempre è solo strumentale l'unica cosa certa è che così Alitalia non può più andare avanti.
    E prima ce ne accorgeremo e meglio sarà per tutti.
    (il Giorno)
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2366
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da FlyIce 30.03.21 11:04

    I-TIGI ha scritto:...
    E oltre ad aver fatto affluire nelle casse dei fornitori nazionali oltre 2,6 miliardi, ha generato un indotto indiretto di 19 miliardi. Quindi - ha aggiunto - ho visto soldi pubblici spesi molto peggio di questo 1,3 miliardi per tutto quello che ha innescato: ogni euro ne ha innescati 20".
    ——
    (Ma sta scherzando? “Affluire nelle casse dei fornitori” come se fosse una regalia! Tra l’altro molti non più pagati da mesi!
    Ha visto soldi pubblici spesi peggio...complimenti quindi conferma lo sperpero e dovremmo credere che non andrà avanti? Praticamente oggi lo ha confermato e tra l’altro facesse i nomi di altri sperperi così passiamo il tutto direttamente alla magistratura)
    Ringraziamo Zeni per la sua candida ammissione: se ha visto soldi spesi peggio, quelli spesi in Alitalia non sono spesi bene, ma spesi male. A volte i lapsus sono rivelatori.

    Chi è attento, ritroverà nelle parole di Zeni gli stessi concetti usciti sul recente articolo di Berberi (Link ), commentato sia da noi (qui), che da Giuricin in un video già postato (link).

    E' grave che un nonsense economico del genere venga ripreso da un dirigente di azienda.

    In pratica il film è che grazie ai soldi dello Stato, Alitalia è risucita a pagare i fornitori per un multiplo di quanto ricevuto.
    Il concetto è profondamente errato: i fornitori li paghi con gli incassi, non con i soldi degli azionisti. Quelli dovrebbero servire per gli investimenti, non per le spese correnti.

    Un'azienda sana non ha bisogno di iniezioni di fondi per andare avanti: (semplificando) con i ricavi ti paghi i costi e ti dovrebbe avanzare pure qualcosa, il margine o, visto che qualcuno l'ha citato, il valore aggiunto.

    Questi si stanno vantando della loro inefficienza.
    Se non ci fosse stata Alitalia, la maggior parte dei passeggeri avrebbe volato comunque, avrebbe generato l'indotto comunque e senza costare un cent allo Stato, anzi generando incassi netti positivi per lo Stato (tasse e imposte), sia loro che i fornitori.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 30.03.21 13:30

    Follia andare allo scontro con la EU dando un termine di 48 ore, a quanto pare la porcata che prevedevo sta per avvenire avvalorando i sospetti che da parte italiana nei vari incontri non so sia voluto trattare nulla partendo dalle 92 osservazioni di fatto cestinate.

    Alitalia va chiusa per sempre, danno allucinante per la nazione ed all’aviazione commerciale italiana:

    https://www.google.it/amp/s/www.ilmessaggero.it/AMP/economia/alitalia_news_oggi_stipendi_lettera_ue_slot_ultime_notizie_30_marzo-5864350.html

    Alitalia-Ita, aut aut alla Ue: «Partiamo pure senza l’ok». Lettera per trovare l’intesa accettando un mini-taglio degli slot

    Non ci sarà alcun incontro al Ministero dello Sviluppo Economico con i lavoratori che questa mattina sono tornati a protestare al dicastero in via Molise. Il segretario Fit Cisl: “La situazione sta diventando drammatica”
    (SkyTG24)


    Ultima modifica di I-TIGI il 30.03.21 19:29 - modificato 1 volta.
    malpensante
    malpensante

    Messaggi : 448
    Data d'iscrizione : 22.03.19

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da malpensante 30.03.21 14:17

    I-TIGI ha scritto:Oggi Alitalia, in termini di passeggeri, è un quarto di Air France-Klm e un quinto di Lufthansa e Iag (British e Iberia). Con 22 milioni di passeggeri, Alitalia è un terzo di Easyjet (74,5 milioni) e meno di un quinto di Ryanair (106 milioni). (il Giorno)
    Il numero di passeggeri è una misura che lascia il tempo che trova, perché considera chi vola da Roma a Bari uguale a chi vola da Londra a Hong Kong, quindi sovrastima le compagnie che fanno voli brevi come Alitalia e Ryanair e sottostima chi fa tanti voli di lung raggio.
    malpensante
    malpensante

    Messaggi : 448
    Data d'iscrizione : 22.03.19

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da malpensante 30.03.21 14:57

    Alitalia e il moltiplicatore alla keynesian-vaccinara
    Nuove frontiere della scienza: scoperto un moltiplicatore degli aiuti di Stato per Alitalia tale da risanare il debito pubblico italiano, se esteso a tutta la nostra economia

    30 Marzo 2021  Economia & Mercato, Italia, Unione Europea

    La pandemia ha fatto molte vittime, soprattutto nelle attività economiche. Pochi settori come quello del trasporto aereo passeggeri stanno soffrendo acutamente il crollo della mobilità. Le compagnie cercano di raccogliere mezzi freschi per contenere il falò di cassa, con debito garantito da tutto quello che può servire alla bisogna o con aumenti di capitale, ammesso di trovare i sottoscrittori. In Europa c’è una compagnia nazionale in crisi da tempo immemore, e la politica ha pensato che la pandemia fosse una occasione di reset per ripartire più belli e più forti che pria. Andavano pazzi per i piani ben riusciti.

    Parliamo ovviamente di Alitalia, che dopo aver bruciato prestiti-ponte a campata multipla e non essersi rilanciata in tempo di pace virale, ora tenta di rilanciarsi sotto le bombe del virus. La politica italiana ha messo decisivamente di suo, tra improbabili multimodalità treno-aereo, sindromi paranoidi verso Lufthansa che “ci compra, accorrete!”, e “ma perché ancora non ci hanno comprato?”, strattoni a FS per trasformare in partecipazione di capitale quello che, in qualsiasi altra parte dell’universo, sarebbe solo un accordo commerciale di integrazione di biglietto, attesa per i salvatori yankee di Delta che non avevano altro interesse che bloccare la sopracitata Lufthansa.

    Discontinuità cercasi

    Ora la situazione è la seguente. C’è una bad company Alitalia (l’ennesima), e una Newco non ancora partita, che si chiama ITA. La contesa è, manco a dirlo, con la Commissione europea. Che, dopo aver dormito per anni su prestiti-ponte che erano illegittimi sul nascere, visto che non servivano al rilancio in un ragionevole arco di tempo ma solo a sussidiare le perdite, ora ha deciso che serve “discontinuità” tra Alitalia e ITA.

    Non è chiaro esattamente cosa sia tale discontinuità. Poteva essere la messa a gara delle tre anime del vettore (aviation, manutenzione, handling) ma pare non sia necessariamente in questi termini. Gli italiani vorrebbero che Alitalia BadCo conferisse l’aviation a ITA a trattativa privata e poi per handling e manutenzione si vedrà.

    La perfida Vestager

    Pare che gli uffici della perfida Margrethe Vestager chiedano la liberazione di parte degli slot di Milano Linate, riassegnandoli ai concorrenti. E qui, si levano alte le grida contro il complotto ai danni degli italiani, che tuttavia scordano di aver sempre controllato la maggioranza assoluta di quegli slot e che, ai tempi della cordata dei capitani coraggiosi, Linate (e non solo) era monopolizzata da Alitalia, senza che questo abbia impedito alla compagnia di finire in coma dépassé. Ma si sa, la memoria è corta ma soprattutto selettiva.

    Il tema del giorno è “i burocrati di Bruxelles ci stanno facendo morire, tenendoci bloccati e impedendoci di vendere i biglietti della stagione estiva!”. Insomma, è tutto un complottone per tenere a terra la nostra maxi flotta di una cinquantina di aerei mal contati, da prendere da Alitalia BadCo, e arricchire Lufthansa e Ryanair. Lo sdegno monta, la mobilitazione anche.

    Per soprammercato, gli italiani accusano Bruxelles di non aver ristorato a sufficienza Alitalia per gli effetti della pandemia, autorizzando sussidi minimi. Da Bruxelles si replica che l’entità dei sussidi autorizzati è legata alla perdita di ricavi calcolata rotta per rotta.

    Un moltiplicatore con le ali

    Ieri il direttore generale di Alitalia, Giancarlo Zeni, si è sfogato contro Bruxelles ma soprattutto ha formulato una teoria del moltiplicatore di Alitalia che ricorda molto le posizioni di quanti affermano che “la tua spesa è il mio reddito, il tuo debito è la mia ricchezza”, che tanto andava di moda durante il periodo no-euro di questo povero paese socialista-nazionalista con le tasse altrui.

    Sostiene Zeni:

    Alitalia, a fronte di 1,3 miliardi di fondi pubblici ricevuti nel periodo 2017-19 ne ha restituiti 645 milioni tra imposte e tasse. A questo si aggiungono 1,3 miliardi di pagamenti agli aeroporti, 1 miliardo per la retribuzione dei dipendenti e 330 milioni all’Enav, per un totale di indotto di prossimità di 3 miliardi. Considerando anche i pagamenti ai fornitori, l’indotto totale sale a 19 miliardi.

    Che è piuttosto impressionante, a dirla tutta. In pratica, a fronte di 1,3 miliardi di aiuti di Stato nel triennio, il nostro vettore ha generato introiti vari per 19 miliardi. Ce n’è di che far entusiasmare la buonanima di Keynes, con un moltiplicatore pari a 14,6! Ma anche di che riformulare la dottrina degli aiuti di Stato, vera bestia nera del nostro paese, e che ci impedisce, assieme al remoto divorzio tra Tesoro e banca centrale, che ha bloccato la monetizzazione del deficit ancor prima dell’arrivo della Bce, di proiettarci nel futuro.

    Confesso che non ho riscontrato i numeri del d.g. di Alitalia ma ne sono affascinato, come penso lo siate anche voi. Credo che, in letteratura economica, non vi siano storicamente riscontri di moltiplicatori di questa dimensione, neppure dopo una guerra. Una specie di moto perpetuo che, opportunamente calibrato e proiettato su scala nazionale, potrebbe permettere al nostro paese di rientrare velocemente dal proprio debito pubblico.

    Grandeur italienne

    A me, che sono piuttosto scettico e cinico, viene da pensare che il raffronto andrebbe fatto con sostituzione di Alitalia con altri player del sistema del trasporto aereo, che ad essa subentrerebbero, ma transeat. Immagino che subito qualcuno direbbe che le risorse defluirebbero fuori dall’Italia, e che invece il nostro vettore le tiene qui e vissero tutti felici e contenti. Notoriamente, per avere un grande moltiplicatore non serve un pennello grande ma sigillare i confini.

    Poi c’è la politica, meglio se di opposizione, per poter soffiare sul fuoco dell’ennesimo euro-complotto ai danni del nostro meraviglioso paese. Urla di sdegno per un vettore troppo piccolo e destinato a fare da ancella alle compagnie europee che gestiscono i grandi hub intercontinentali.

    Peccato che questo sia esattamente il destino di Alitalia, e non certo da oggi, visto il suo costante ridimensionamento. Se invece la narrazione diventa che il ridimensionamento di Alitalia è frutto di un complotto dei poteri forti dell’aviazione commerciale e della Commissione Ue a libro paga dei medesimi, abbiamo davanti un’autostrada di spunti di letteratura cospirazionistica.

    Riuscirà la piccola aspirante ancella del feederaggio e delle rotte domestiche a divenire redditizia? Ecco, questa sarebbe (era) l’unica domanda da porsi, nel momento delle decisioni. Tenendo presente che la politica ci metterebbe la coda, invocando fantomatiche continuità territoriali sulle rotte interne. “È un’azienda pubblica, deve fare l’interesse del pubblico, meglio se di quello del mio collegio elettorale!”
    Partiam, partiamo

    Ma questi sono dettagli minori: ora lo sdegno nazionalistico divampa, e già si legge di minacce di “partire comunque” e “fare da soli”, mentre a Roma si sente già intonare il canto “non passa lo straniero!”. Ci sono tre miliardi di soldi pubblici, usiamoli! Solite tristi coazioni a ripetere, in pratica.

    Di certo, se i governi di questi anni avessero operato per riformare in modo organico il sistema del trasporto aereo passeggeri, anziché pensare solo ad Alitalia, ora forse le cose sarebbero differenti, e in meglio. Ma inutile piangere sull’aiuto di Stato versato.

    La vicenda resta assai penosa, per tutti, e di non semplice soluzione. O forse la soluzione semplice lo è ma non si intende percorrere quella strada. C’è da dire che non conforta leggere le parole del ministro dei Trasporti e della mobilità sostenibile, Enrico Giovannini:


      Abbiamo bisogno di un vettore nazionale forte con sostenibilità sociale ed anche economica che possa fare accordi con altri ma da una posizione di forza e di chiarezza.

    Come se fosse antani, praticamente. Non prima di tornare a ribadire la necessità di integrazione con FS. Oltre alla criticità di ricollocamento di risorse umane talmente qualificate e idiosincratiche da non avere, in apparenza, mercato fuori dal vettore tricolore. Siamo nel secolo della marmotta italiana, come noto. Solo la conclusione resta immobile: è colpa di Bruxelles.


    https://phastidio.net/2021/03/30/alitalia-e-il-moltiplicatore-alla-keynesian-vaccinara/
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2366
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da FlyIce 30.03.21 15:50

    Mi è piaciuto il gran finale di questo articolo:
    malpensante ha scritto:... C’è da dire che non conforta leggere le parole del ministro dei Trasporti e della mobilità sostenibile, Enrico Giovannini:
      Abbiamo bisogno di un vettore nazionale forte con sostenibilità sociale ed anche economica che possa fare accordi con altri ma da una posizione di forza e di chiarezza.

    Come se fosse antani, praticamente. Non prima di tornare a ribadire la necessità di integrazione con FS. Oltre alla criticità di ricollocamento di risorse umane talmente qualificate e idiosincratiche da non avere, in apparenza, mercato fuori dal vettore tricolore. Siamo nel secolo della marmotta italiana, come noto. Solo la conclusione resta immobile: è colpa di Bruxelles.
    Le parole di Giovannini mi sembrano di circostanza, come altre simili chee abbiamo già sentito.

    Il punto delle risorse è cattivello; io non la vedo cosi'.
    Ci sono sicuramente professionalità valide in Alitalia cosi' come dei fannulloni e degli incapaci, come in quasi tutte le aziende, qui forse i secondi sono presenti in una proporzione un po' piu' alta.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 30.03.21 16:02

    La migliori professionalità sono quasi tutte già volate via e non da poco quindi aumenta in proporzione quella dei raccomandati che non avrebbero trovato altro ai tempi figuriamoci di recente.
    Articolo interessante ma ormai con il out-out per venerdì Santo alla EU mi sa che presto arriverà il verdetto sui ultimi prestiti, a Bruxelles se venerdì scorso erano diventati rigidi ora ancor di più.
    Scaricare le colpe di Alitalia, politici e faccendieri sulla EU e’ quanto di più miserabile si possa fare e qualcuno a Roma vuole ora mettere a prova Draghi contro la EU.
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2366
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da FlyIce 30.03.21 17:13

    Sempre per capire che aria tira ...

    Ovviamente siamo al ribaltamento della realtà: la Eu è cattiva e non i nostri che fanno i furbi.
    Siamo al livello dei ragazzini che dicono “la maestra ce l’ha con me” ma sono loro che non studiano.
    Alitalia, scontro con la EU D4cddc10
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 3597
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da I-TIGI 30.03.21 17:19

    Leggere la Lupo e’ lo specchio purtroppo di come siamo bandieruole e non solo a livello politico.
    Colpa della EU come se fosse una entità estera peccato che ci siamo pure noi ma con un tasso di assenteismo al top tra i 27 a Bruxell.
    Ammettere le colpe proprie mai, se Alitalia non conta più nulla da tempo e’ tutto made in Roma.

    Intanto oggi la manifestazione (meno di mille) ha trovato le forze dell’ordine a impedire di raggiungere il MEF.

    La Lupo & friends si dimenticano che venerdì e’ stata la EU a sbloccare i 24 mil e grazie a questi tra pochi giorni verranno pagati gli stipendi di marzo.

    https://www.google.it/amp/s/video.corriere.it/economia/alitalia-centinaia-lavoratori-protestano-mise-il-nuovo-piano-aziendale/55301e08-914e-11eb-b915-3b2dfadfa4ac/amp

    Contenuto sponsorizzato

    Alitalia, scontro con la EU Empty Re: Alitalia, scontro con la EU

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è 23.09.21 5:31