Malpensa Insiders

News, analisi e anticipazioni su tutto quello che gira intorno a Milano Malpensa e all'aviazione civile in Italia


    La presentazione di ITA

    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 2408
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da I-TIGI il 25.12.20 16:39

    I sindacati bocciano il piano che chiaramente non è di rilancio chiedendosi anche di Malpensa:

    https://www.google.it/amp/s/amp.ilgiornale.it/news/economia/i-sindacati-contro-alitalia-questo-piano-rifare-1912089.html
    malpensante
    malpensante

    Messaggi : 286
    Data d'iscrizione : 22.03.19

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da malpensante il 26.12.20 12:20

    Intervista sul Corriere a Robert Boyle, numero uno di GridPoint Consulting ed ex direttore delle strategie in IAG, che merita di essere letta.

    https://www.corriere.it/economia/aziende/20_dicembre_26/nuova-alitalia-aerei-rotte-ricavi-personale-dubbi-esperti-piano-rilancio-3045a662-46c6-11eb-a373-69b14a125587.shtml
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 1709
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da FlyIce il 26.12.20 13:23

    malpensante ha scritto:Intervista sul Corriere a Robert Boyle, numero uno di GridPoint Consulting ed ex direttore delle strategie in IAG, che merita di essere letta.

    https://www.corriere.it/economia/aziende/20_dicembre_26/nuova-alitalia-aerei-rotte-ricavi-personale-dubbi-esperti-piano-rilancio-3045a662-46c6-11eb-a373-69b14a125587.shtml
    Mi piace il divario tra realtà e fantasia.

    Dopo la esauriente ed impietosa analisi dell’intervistato, Berberi aggiunge una personalissima nota di speranza nel finale. Sembra quasi una parte dell’intervista ma non lo è.
    Non è neanche esatto che la nuova Alitalia partirà senza debiti: se vuole riscattare degli assett dal fallimento Alitalia SAI, ITA dovrà prendersi anche l’eventuale debito che grava su di essi, se inscindibile.

    Ho anche qualche perplessità su almeno una delle affermazioni che fa l’intervistato, ma sarebbe complesso da spiegare. Il punto riguarda soprattutto il calcolo relativo al costo degli aerei di proprietà.

    Ci sono due grandi conferme rispetto alle nostre valutazioni:
    1. il piano è velleitario soprattutto per un periodo del genere
    2. la fase critica del piano è nei primi anni

    Oltre non mi spingerei perché le informazioni disponibili sono davvero poche e vanno fatte molte ipotesi per fare conti approfonditi. Ipotesi che potrebbero essere ragionevoli per una compagnia aerea efficiente, potrebbero non essere valide in un periodo di crisi e/o per un’ITA non gestita al meglio possibile.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 2408
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da I-TIGI il 26.12.20 16:30

    Boyle ha mandato in segnale molto chiaro, Fiumicino ha prevalentemente traffico turistico quindi insistere a fare hub li e’ stata una follia.
    Per British il primo mercato e’ invece Milano (così per altri vettori europei e di lungo raggio).
    Chiaramente non parla di hub dato che i pax importanti li prendono o con i feeder o con un loro vettore Oneworld ed in quel caso doveva poi essere AirItaly che aveva scelto Milano e non di certo Roma per fare hub (provate a proporre ad Al Baker di fare hub a FCO, se lavorare per lui il licenziamento vi sarà servito in meno dei 20 minuti previsto per lasciare la propria scrivania).

    Tra l’altro oltre il 90% dei italiani e’ ormai disgustato del fatto che la si risalvi di nuovo ed ora statalizzandola alla 100%, la maggior parte di loro vi direbbe che andava chiusa anni fa.
    Chi la vuole aperta sono i politici ed evidenti interessi locali romani e il magna magna si certi fornitori.
    Convincere il popolo su Alitalia non ha più senso dato gli italiani già volano con altri vettori e se domani sparisse nessuno se ne accorgerebbe.
    Per questo neanche le slide di Lazzerini debbono per forza essere credibili o esatte dato che sono rivolte al nulla solo proforma da dare ai media assieme alle veline-comunicati stampa.

    Per giustificare i 3mld che noi italiani regaleremo ad Alitalia by ITA ci vogliono far credere che avendo lavorato in Emirates andrà tutto bene, peccato che non lavorava a Dubai ma in Italia e che non se ne sia andato via con le lodi di Tim Clark.
    malpensante
    malpensante

    Messaggi : 286
    Data d'iscrizione : 22.03.19

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da malpensante il 26.12.20 20:49

    Ecco quello che sembra l’originale dell’intervista di Berberi, su cui evito di dare giudizi

    https://www.gridpoint.consulting/blog/another-rescue-plan-for-alitalia?fbclid=IwAR2TayM5Av7YXBdTsm_5Ow2pFQLCLIdeDV_YO7dlGgdARtS18vGhJ8OxDSY

    Leggete, mi raccomando.
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 1709
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da FlyIce il 26.12.20 21:04

    malpensante ha scritto:Ecco quello che sembra l’originale dell’intervista di Berberi, su cui evito di dare giudizi

    https://www.gridpoint.consulting/blog/another-rescue-plan-for-alitalia?fbclid=IwAR2TayM5Av7YXBdTsm_5Ow2pFQLCLIdeDV_YO7dlGgdARtS18vGhJ8OxDSY

    Leggete, mi raccomando.
    È nettamente più approfondita.
    Quantomeno il Corriere ha sforbiciato parecchio

    Più che fare dei “sense check” che sono molto soggettivi, noi abbiamo analizzato i numeri standardizzandoli e facendo dei “ratios” per approfondire le linee del piano senza alterare i dati presentati e senza fare forzature nei confronti.
    Molta della spettacolare crescita percentuale riportata nel piano (CAGR), è gonfiata dal primo anno che dura solo 9 mesi, quindi ci sarebbe un +33% pure senza far niente (in realtà se mancano i mesi da gennaio a marzo sarà meno, ma un 20/25% c’è di sicuro).
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 1709
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da FlyIce il 26.12.20 21:22

    I-TIGI ha scritto:Boyle ha mandato in segnale molto chiaro, Fiumicino ha prevalentemente traffico turistico quindi insistere a fare hub li e’ stata una follia.
    Per British il primo mercato e’ invece Milano (così per altri vettori europei e di lungo raggio).
    Chiaramente non parla di hub dato che i pax importanti li prendono o con i feeder o con un loro vettore Oneworld ed in quel caso doveva poi essere AirItaly che aveva scelto Milano e non di certo Roma per fare hub ...
    Non solo: penso si ricordi bene anche il flop della base Vueling di FCO, che non è mai veramente decollata.
    A Roma hai pochi o nessun passeggero premium, praticamente le stive vuote e i volumi di pax per lo più stagionali.
    ...
    Per giustificare i 3mld che noi italiani regaleremo ad Alitalia by ITA ci vogliono far credere che avendo lavorato in Emirates andrà tutto bene, peccato che non lavorava a Dubai ma in Italia e che non se ne sia andato via con le lodi di Tim Clark.
    Lazzerini in Italia è uomo ENIT, in Alitalia c’è arrivato per quel motivo: tramite un ente del parastato, mica come promozione per aver fatto bene in Emirates. Quest’ultimo punto non avrebbe senso a prescindere.

    Piuttosto sono da vedere le sorti del Direttore Generale Zeni: è diventato il braccio destro del Commissario Leogrande perché gradito a Lufthansa, che conosce fin dai tempi di AirOne: se passa in ITA vuol dire che LH è interessata, altrimenti potrebbero benissimo scegliere qualcun altro.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 2408
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da I-TIGI il 26.12.20 21:48

    Zeni e Lazzerini li vedo bene a lavorare insieme in Alitalia, uno dei due durerebbe 24 ore.

    Se avessero un minimo di sale in zucca con soli 52 aerei questi andrebbero messi solo su FCO per fare massa critica li e presidiare il presidiabile ma sanno anche che li il mercato non è quello milanese ed infatti EasyJet se ne è scappata ed il progetto di hub regionale di Vueling fallito.

    https://www.malpensainsiders.com/t472-vueling-e-lerrore-su-fco
    avatar
    milmxp

    Messaggi : 85
    Data d'iscrizione : 28.03.19

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da milmxp il 27.12.20 15:50

    Secondo me il problema è che a MXP c'è sempre qualcosa che si intoppa perché né LHI né IG sono state in grado di durare nel tempo né di espandersi come si deve. Spiace vedere che, ogni volta, per un motivo o per l'altro, MXP non riesca a decollare come Hub.
    Credo e spero che, prima o poi, per sfinimento, qualcuno ci riuscirà.

    Anche con ITA debole bisognerebbe creare una situazione favorevole per MXP e senza che nessuno, in modo diretto o indiretto, si metta di mezzo.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 2408
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da I-TIGI il 27.12.20 16:09

    Alitalia con il dehub ha perso ogni sua posizione di yea le major europee e a Fiumicino sta morendo.
    Dopo il dehub Milano ha avuto la possibilità di riprendere l’accessibilità intercontinentale senza un hub carrier basato come nessun altro scalo europeo e questo contraddistinguerà anche il futuro di Malpensa sempre di più portandolo a diventare stabilmente il primo scalo italiano e molti vettori di lungo raggio per diversi anni opereranno solo su Milano abbandonando Roma.
    In tutto questo si inseriranno un paio di progetti per il feederaggio con dietro SEA e non solo.
    Il mercato premia e le performance di MXP dei ultimi tre anni lo hanno dimostrato e cosi lo sarà sempre di più.
    Tra l’altro il mercato italiano e’ già in mano quasi totalmente a vettori stranieri ed invertire questo fatto è ormai impossibile, ciò non toglie che altri vettori possano un giorno fare hub, AirOne, Lufthansa Italia ed AirItaly scelsero Malpensa compresa Alitalia con l’unico progetto serio con KLM e non altra città italiana.
    Ora la cosa più importante e’ investire su MXP così come fece Bonomi accelerando i lavori del terzo satellite e raddoppio T1 subito dopo il dehub di Alitalia vedendoci giusto.
    Brunini ha praticamente azzerato l’ampliamento di Linate presentando un masterplan serio e fattibile su MXP sia per il traffico pax che cargo preservando i terreni per la terza pista e a quanto pare andrà avanti dato che e’ questo il momento di investire al contrario di quello che faranno in Alitalia vettore insignificante per Milano ormai da anni ed anni.

    https://www.google.it/amp/s/www.corriere.it/economia/aziende/20_dicembre_29/due-alitalia-curioso-caso-voli-gli-usa-52b68612-4a22-11eb-898c-3879af1094a3_amp.html
    malpensante
    malpensante

    Messaggi : 286
    Data d'iscrizione : 22.03.19

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da malpensante il 01.01.21 16:17

    Berberi è un bravo divulgatore e pubblica quello che di interessante gli passa a tiro. Purtroppo quello che gli passa a tiro è troppo spesso fatto da AZ o da qualche consulente per il cliente AZ. Manca l’altra campana e certo SEA non replica e permette che i lettori del principale giornale di Milano vengano pian piano indottrinati da comunicazione che inevitabilmente è filo AZ, anti SEA e anti Milano. Peraltro anche il Comune di Milano e Regione Lombardia tacciono masochisti.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 2408
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da I-TIGI il 01.01.21 16:22

    Ennesimo articolo sul Corriere di Berberi nel giustificare il fallimento di Alitalia scaricando le colpe su altri:

    1) Il Pil italiano più bassi sarebbe una causa, poi confrontando Alitalia con altri hub carrier (Swiss e KLM) si dimentica che oltre il 50% dei passeggeri in transito a Zurigo ed Amsterdam sono esteri con una marea di italiani quindi dati e considerazioni sul Pil inesistenti.
    Dimentica anche che altre nazioni europee avessero il Pil del nord Italia ma questi vorrebbe dire hub a Malpensa mica a Fiumicino li si con un Pil intorno povero!

    2) Mancanza di passeggeri business, Barberi sveglia! I passeggeri business sono sulle tratte intercontinentali sono a Malpensa mica a Fiumicino (sul intercontinentale dato che sul europeo non esistono quasi più)!

    3) Colpa delle Low Cost (come se le LC non esistessero nel resto dell Europa, sono tutte estere e l’Italia ad oggi non ha nessuna Low Cost!

    4) colpa nel aver concesso la V liberta’ ad Emirates sulla Milano-New York!
    Svegliati le V libertà sono concesse anche in altre nazioni EU ci sei o ci fai?

    E’ evidente che l’articolo e’ l’ennesima velina made in Alitalia per ingraziarsi qualche poltrona al Governo che deve giustificare i miliardi di noi italiani dati e che verranno ancora dati ad una Alitalia che va chiusa immediatamente.

    Complimenti per l’articolo pensando che siamo tutti con l’anello al naso.
    L’articolo termina con una immagine del T1 di Malpensa, sicuramente un altro errore come quello di Alitalia che da quando ha lasciato l’accordo con KLM e l hub milanese per finire a Fiumicino ha soltanto continuato a fallire e diventare insignificante

    https://www.google.it/amp/s/www.corriere.it/economia/aziende/cards/dal-pil-geografia-ecco-10-ostacoli-che-bloccano-decollo-alitalia/quota-rilevante-europa_principale_amp.html
    avatar
    kl63

    Messaggi : 25
    Data d'iscrizione : 13.04.19

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da kl63 il 01.01.21 17:29

    la storia della quinta libertà concessa ad Emirates è semplicemente ridicola per due motivi:
    1) era una rotta tanto profittevole per Alitalia che l'operava 4w
    2) prima della concessione della quinta ad Emirates è noto a tutti che AZ produceva utili a palate.

    Capisco che occorra convincere il popolo che Alitalia sia indispensabile e valga 3 miliardi in quest'epoca di vacche magra, ma ...
    D960
    D960

    Messaggi : 314
    Data d'iscrizione : 27.03.19

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da D960 il 01.01.21 17:54

    La storia della quinta libertà gira dai tempi di Montezemolo, così come l'impossibilità di AZ di volare a Mosca e Istanbul da Linate. Dopo la MXP-JFK, vorrei ricordare anche la FCO-CCS come la rotta più profittevole con ben due frequenze settimanali.
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 1709
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da FlyIce il 01.01.21 18:26

    Fosse ridicolo solo quel punto ma non è così.
    Quel punto è grave che sia stato sollevato: è stata concessa sulla base di accordi internazionali e di un ordine del giorno votato dal Parlamento, quindi ne un giornalista ne Alitalia, ITA, il cugino IT, parenti o congiunti vari dovrebbero aver nulla da eccepire.

    Il ridicolo è su tutto il resto: Ryanair nasce e cresce in Irlanda, paese piccolo e povero rispetto all’Italia, Wizzair è diventata un colosso partendo dalla piccola Ungheria, perché?
    Perché il mercato è uno ed europeo, sono 20 anni che è così e Alitalia non l’ha ancora capito e si ostina a portare i turisti in Italia e a collegare le isole. Grazie ma non basta.

    Articolo con numeri messi giù bene ma senza capo ne coda nelle conclusioni.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 2408
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da I-TIGI il 01.01.21 18:57

    D960 ha scritto:La storia della quinta libertà gira dai tempi di Montezemolo, così come l'impossibilità di AZ di volare a Mosca e Istanbul da Linate. Dopo la MXP-JFK, vorrei ricordare anche la FCO-CCS come la rotta più profittevole con ben due frequenze settimanali.

    Tra l’altro le V liberta’ ci sono anche da altre nazioni europee’ e’ il “mercato” ma scrivendo così si comporta, guarda caso, come quelli di Alitalia and friends dove su suolo italico vorrebbero volare solo loro.
    Ricordiamoci che ai tempi di Civilavia (e non solo) se un vettore estero chiedeva i diritti la prima cosa che facevano era chiamare in Alitalia per sapere se dovevano concederli oppure no, detto tutto.

    Anzi, non ho detto tutto se lo dovessi dire tutto finirei querelato.


    Ultima modifica di I-TIGI il 01.01.21 19:01, modificato 2 volte
    avatar
    Massi787

    Messaggi : 328
    Data d'iscrizione : 22.03.19

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da Massi787 il 01.01.21 18:59

    Concordo con Fly, commento esaustivo. Mettere numeri e grafici ma non saperli collegare con logica. Da molto fastidio anche a me questo ritorno a parlare della Quinta libertà (a vanvera). Comunque non si uscirà mai purtroppo dal dualismo Fiumicino + Linate, follia totale dettata dalle logiche protezionistiche della politica e relativi magna magna. Peccato, se solo si rendessero conto di quello che saremmo potuti essere come Paese in campo di aviazione. E invece continuiamo a perdere treni e basta
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 1709
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da FlyIce il 02.01.21 17:45

    malpensante ha scritto:Berberi è un bravo divulgatore e pubblica quello che di interessante gli passa a tiro. Purtroppo quello che gli passa a tiro è troppo  spesso fatto da AZ o da qualche consulente per il cliente AZ. Manca l’altra campana e certo SEA non replica e permette che i lettori del principale giornale di Milano vengano pian piano indottrinati da comunicazione che inevitabilmente è filo AZ, anti SEA e anti Milano. Peraltro anche il Comune di Milano e Regione Lombardia tacciono masochisti.
    Mi chiedo cosa dovrebbe dire SEA: in questa vicenda non si sente neanche AdR che è assai più coinvolta; magari entrambe fanno azioni di lobbying dietro le quinte ma una posizione pubblica è fuori luogo.

    I protagonisti della vicenda solo il Governo e Alitalia/ITA: il primo è colui che dà la concessione agli aeroporti, la seconda è una delle tante compagnie aeree clienti sia di SEA che di AdR.
    Bonomi qualche commento lo faceva ma era anche stato ex Presidente di Alitalia.
    Brunini quando ha parlato di Alitalia ha detto che è "piuttosto insignificante" per SEA: è quasi completamente assente da MXP ma è primo cliente a Linate, senza questa seconda parte, sarebbe del tutto insignificante.

    C'è già chi, a torto o ragione, si lamenta che Alitalia ha abbandonato il Nord Italia e Milano, ma sono politici di seconda e terza fila in cerca di 5' di visibilità su un argomento che non padroneggiano per niente: parlano per slogan.
    In SEA, dove invece la materia la padroneggiano eccome, non c'è nessuno che invoca il ritorno di Alitalia a MXP, anzi mi sa che la vorrebbero "föra di ball" anche da Linate. Ci sono talmente tanti motivi di insoddisfazione per SEA da non lasciare dubbi al proposito: dalla richiesta di un sussidio "monstre" per non togliere la Shanghai dopo l'Expo (che pure andava bene) ai molti buchi lasciati con i vari fallimenti e di fatto irrecuperabili.

    La stagione di Alitalia a MXP e a Milano è finita per loro scelta con il dehub; da allora sono tornati a casa e falliti 2 volte in modo plateale e altre due o tre volte sono arrivati sull'orlo del baratro, salvati da Poste prima ed Etihad poi. Se ne stiano a Roma.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 2408
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da I-TIGI il 03.01.21 20:23

    Articolo su Il Giornale da parte di Paolo Stefanato:

    “ Sfogliare gli archivi fa impressione: stesse ricette, stesso ottimismo, stessi fiaschi. Alitalia è sempre stata una voragine senza fondo, da pubblica e da privata, con soci commerciali e con soci industriali; sempre alla ricerca di azionisti forti che, quando sono arrivati (Etihad) si sono rivelati una delusione.”
    ————
    Paolo Stefanato ha sempre seguito con attenzione le varie Alitalia, il suo articolo e’ limpido e messaggio molto chiaro:
    https://www.google.it/amp/s/amp.ilgiornale.it/news/economia/alitalia-20-anni-piani-e-previsioni-sbagliate-nel-2021-sar-1913978.html
    avatar
    Massi787

    Messaggi : 328
    Data d'iscrizione : 22.03.19

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da Massi787 il 03.01.21 20:41

    Insomma un disastro dietro l'altro!! Ci vorrebbe un altro Cempella
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 2408
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da I-TIGI il 04.01.21 12:44

    E chi sarebbe mai così pazzo a dover tirare su la compagnia con dietro faccendieri politici che ti obblighino a fare quello che vogliono loro? Nessuno neanche l’esorcista a parte Lazzerini che si prende un po’ di soldi per poi scappare pure lui appena scopriranno che il pareggio di bilancio non sarà neanche a fine secolo.

    Direi che questa frase scritta ieri da Stefanato riassume tutto:

    “ Sfogliare gli archivi fa impressione: stesse ricette, stesso ottimismo, stessi fiaschi”
    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 1709
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da FlyIce il 04.01.21 18:58

    I-TIGI ha scritto:Articolo su Il Giornale da parte di Paolo Stefanato:

    “ Sfogliare gli archivi fa impressione: stesse ricette, stesso ottimismo, stessi fiaschi. Alitalia è sempre stata una voragine senza fondo, da pubblica e da privata, con soci commerciali e con soci industriali; sempre alla ricerca di azionisti forti che, quando sono arrivati (Etihad) si sono rivelati una delusione.”
    ————
    Paolo Stefanato ha sempre seguito con attenzione le varie Alitalia, il suo articolo e’ limpido e messaggio molto chiaro:
    https://www.google.it/amp/s/amp.ilgiornale.it/news/economia/alitalia-20-anni-piani-e-previsioni-sbagliate-nel-2021-sar-1913978.html
    Stefanato ha fatto un ottimo lavoro andando a rivedere in archivio promesse, tutte mancate, e i deludenti risultati che ne seguirono.

    Noi abbiamo buona memoria e ci basta un'occhiata per capire che questo piano è fin troppo simile ai precedenti.
    Robert Boyle, di GridPoint Consulting ed ex IAG, fa un'analisi piu' complessa ma arriva alle stesse conclusioni nostre e di Stefanato.

    Voci che ho raccolto da chi sta seguendo direttamente il nuovo piano ammettono una scopiazzatura "pedestre" di piani precedenti, infatti stavolta non c'è nessun advisor di grido a mettere il suo marchio sul piano industriale. E' fatto in casa e si vede.

    La comunicazione orale di Lazzerini non supporta l'ottimismo che serve a credere nella buona riuscita del piano.
    In sintesi sembra non crederci neanche lui.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 2408
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da I-TIGI il 06.01.21 15:31

    Ero l’altro giorno a Linate ed ho parlato con del personale Alitalia, sono esterefatti anche loro del piano considerato una presa pee i fondelli.
    Tra l’altro mi hanno detto che sembra vera l’intenzione di utilizzare i loro voli da Linate contro le low cost, un vero suicidio.
    Altra preoccupazione a Roma per il dehub da Fiumicino dato che non potrà più esistere un sistema di feederaggio per una manciata di voli di lungo raggio.
    Tutte cose che abbiamo capito qui subito ma che il personale e manager Alitalia sta iniziando a capire solo ora, good luck!

    Chiaramente i vari articoli usciti hanno dato una mano a capire che il piano e’ una presa in giro e serve solo a far si che i politici possano dire di aver salvato la compagnia con annessi e connessi (appalti forniture e mangiatoie). Le veline questa volta non sono passate ma c’è ancora chi ci casca o meglio evidentemente ha interesse a portare gli occhiali rosa, ecco puntuale quella sulla puntualità 😂:

    https://www.google.it/amp/s/www.ilgazzettino.it/AMP/economia/alitalia_compagnia_piu_puntuale_mondo_ultime_notizie-5684613.html
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 2408
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da I-TIGI il 09.01.21 14:07

    Alitalia battuta all’asta:

    https://www.google.it/amp/s/www.ilmessaggero.it/AMP/economia/alitalia_marchio_asta_vendita_slot_millemiglia_ultime_notizie_9_gennaio_2021-5689243.html

    Non c’era fuori la fila per prendersela? Alla fine si è presentato solo il Governo dopo che i commissari hanno mandato Lufthansa a ranare.
    I-TIGI
    I-TIGI

    Messaggi : 2408
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da I-TIGI il 10.01.21 15:21



    Ultima modifica di I-TIGI il 11.01.21 12:44, modificato 2 volte

    Contenuto sponsorizzato

    La presentazione di ITA  - Pagina 2 Empty Re: La presentazione di ITA

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è 21.01.21 18:26