Malpensa Insiders

News, analisi e anticipazioni su tutto quello che gira intorno a Milano Malpensa e all'aviazione civile in Italia


    Flotta AirItaly - I retroscena

    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 1521
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP
    200519

    Flotta AirItaly - I retroscena Empty Flotta AirItaly - I retroscena

    Messaggio Da FlyIce

    Non è facile capire cosa sia successo di recente alla flotta AirItaly, sia per le vicende dei MAX che per quelle relative ai 787.
    Siamo pero' riusciti a ricostruire un bel po' di passaggi e proviamo a fare un riepilogo della vicenda, soprattutto per gli aspetti meno noti.

    787 o 330
    Il piano originale era molto semplice: si partiva con i 330 in attesa che si liberassero i 787-8 di QR, quando a questa fossero arrivati i nuovi 787-9.
    Cos'è cambiato da allora? Nulla. Semplicemente i 789 sono in ritardo e quindi i 788 non si possono liberare per passare ad AirItaly.
    Era proprio in questo periodo in cui erano attesi, da piano, i primi 788 ma le consegne dei 789 stanno ulteriormente tardando: ci sono alcuni problemi tecnici sui quali QR non intende sorvolare, quindi ad oggi le consegne sarebbe rifiutate.
    Boeing ci sta lavorando e la situazione di dovrebbe sbloccare verso novembre. Quindi per i 788 in IG, ci vorranno ancora 6 mesi, se non di piu'.
    Questo conferma quanto vi abbiamo anticipato: il sesto ed il settimo 330, al momento, sono gli ultimi previsti per IG.

    I 737 MAX
    Secondo le nostre info il terzo MAX (EI-GGL) era stato accettato "con riserva": era novembre 2018.
    Un'affermazione che molti avevano contestato ma che si è poi rivelata corretta: l'aereo aveva volato direttamente da Seattle a Olbia ed era entrato in servizio solo dopo un intervento dei tecnici AirItaly. L'incidente al Lion Air era appena accaduto (meno di un mese prima) e qualche dubbio sulla sicurezza dell'aereo era già emerso. il collegamento era intuitivo ma la conferma è arrivata molto tempo dopo.
    Da allora sappiamo che dopo l'incidente Lion Air, i piloti americani si sono lamentati di alcuni problemi di sicurezza del MAX attraverso i meccanismi di reporting di sicurezza anonimi escalati anche in riunioni con Boeing, rigorosamente a porte chiuse. Le richieste dei piloti USA, se accettate, avrebbero di fatto portato ad un grounding del MAX prima dell'incidente all'Ethiopian.
    Purtroppo non è andata cosi', il grounding è arrivato dopo, ma vi avevamo raccontato che i piloti IG mandati in Boeing per ritirare i due MAX quasi pronti erano stati richiamati indietro prima di fare anche un solo volo di prova.
    Gli aerei sono ancora la', seguiti da un terzo che è stato completato poco dopo. L'incidente all'Ethiopian non era ancora avvenuto; se mi ricordo bene era febbraio. Alla fine si è capito che QR ed IG erano venute a conoscenza dei problemi di sicurezza sollevati dai piloti americani ed evidentemente hanno reagito di conseguenza. Probabile, ma non confermato nei racconti, un atteggiamento di Boeing poco incline a risolvere questi problemi.

    In conclusione, il filo comune di queste vicende è l'attenzione alla sicurezza, sia da parte di IG che di QR, cosa che a me come passeggero conforta molto.
    La sicurezza è un elemento su cui non si puo' mai abbassare la guardia, mentre un piano industriale o una nuova destinazione possono anche attendere qualche mese.
    Condividi questo articolo su: redditgoogle

    Nessun commento.


      La data/ora di oggi è 23.10.20 10:27