Malpensa Insiders

News, analisi e anticipazioni su tutto quello che gira intorno a Milano Malpensa e all'aviazione civile in Italia


4 partecipanti

    Nuove direttive Enac/Covid

    I-TIGI
    I-TIGI


    Messaggi : 4018
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Nuove direttive Enac/Covid  Empty Nuove direttive Enac/Covid

    Messaggio Da I-TIGI 01.06.20 19:25

    https://www.google.it/amp/amp.ilsole24ore.com/pagina/ADxaWgU

    Ancora arrampicate, seguire le regole europee no?
    I-TIGI
    I-TIGI


    Messaggi : 4018
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Nuove direttive Enac/Covid  Empty Re: Nuove direttive Enac/Covid

    Messaggio Da I-TIGI 01.07.20 12:16

    FlyIce
    FlyIce


    Messaggi : 2635
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    Nuove direttive Enac/Covid  Empty Re: Nuove direttive Enac/Covid

    Messaggio Da FlyIce 14.07.20 10:43

    La terza idea "geniale", partorita a Roma, è stata quella di lasciare vuote le cappelliere, per evitare assembramenti durante l'imbarco, ma che costringeva TUTTI i pax ad attendere i bagagli al nastro.
    In pratica fino a 180 pax tutti intorno al nastro bagagli e con dei vicini diversi da quelli dei posti sull'aereo, mandando in vacca ogni logica di tracciatura dei contatti e in locali di solito un po' angusti. Pure a Malpensa, che ha soffitti e spazi ampi, le aree ritiro bagagli sono le meno ampie. In altri aeroporti va anche peggio.

    Ora, per fortuna, queso viene abolito, già da domani.
    https://www.repubblica.it/cronaca/2020/07/14/news/si_al_trolley_in_cabina_in_aereo-261878139/

    Sentite cosa ha avuto il coraggio di dire la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa:
    la decisione iniziale di non portarli come bagaglio a mano era stata presa "dalle compagnie aeree e non dal governo"

    Ora, spesso i sottosegretari non sono esperti neanche della propria materia, figuriamoci di trasporto aereo, ma qui siamo all'assurdo: la norma è scritta in un DPCM e non lo fanno le compagnie aeree. Poi è comunque sbagliato usare il plurale: questo provvediamento è stato richiesto solo da Alitalia, le altre o non si sono espresse o erano fermamente contrarie.

    E' inaccetabile, come cittadini, essere presi in giro in questo modo: per chi governa, la dignità di assumersi le proprie responsabilità è un valore imprescindibile e non serve essere esperti di nulla per farlo.
    I-TIGI
    I-TIGI


    Messaggi : 4018
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Nuove direttive Enac/Covid  Empty Re: Nuove direttive Enac/Covid

    Messaggio Da I-TIGI 07.10.20 14:34

    Come al solito non un solo quotidiano che sappia riportare le nazioni al cui rientro in Italia si debba fare tampone o quarantena.

    Romania? Sparita?

    https://www.google.it/amp/s/www.corriere.it/cronache/20_ottobre_07/nuovo-dpcm-ottobre-obbligo-mascherina-d5cc5794-0813-11eb-a1db-10b0d3200beb_amp.html
    FlyIce
    FlyIce


    Messaggi : 2635
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    Nuove direttive Enac/Covid  Empty Re: Nuove direttive Enac/Covid

    Messaggio Da FlyIce 07.10.20 14:51

    I-TIGI ha scritto:Come al solito non un solo quotidiano che sappia riportare le nazioni al cui rientro in Italia si debba fare tampone o quarantena.

    Romania? Sparita?
    ...
    Dalla Romania era prevista la quarantena, dubito che l'abbiano tolta.
    Bisogna aspettare il testo del Decreto.

    Non è l'unica ziona grigia.
    Sarebbe assurdo se il paese messo peggio in Europa al momento, la Repubblica Ceca, rimanesse fuori da tamponi e quarantene.
    I-TIGI
    I-TIGI


    Messaggi : 4018
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Nuove direttive Enac/Covid  Empty Re: Nuove direttive Enac/Covid

    Messaggio Da I-TIGI 30.08.21 18:23

    I-TIGI
    I-TIGI


    Messaggi : 4018
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Nuove direttive Enac/Covid  Empty Re: Nuove direttive Enac/Covid

    Messaggio Da I-TIGI 14.12.21 23:01

    L’ultima direttiva di Speranza oltre che andare contro ogni buon senso e motivo del covid Pass Europeo e’ assurda, chi vola in aereo verrà controllato mentre chi varcherà i confini a piedi, bus, treno ed auto no?
    Chi ha anche fatto tre vaccini deve pure compilare forms e pagarsi tamponi all’estero mentre i no vax nulla e solo 5 giorni a casa (e chi li controlla mai…)?
    Sempre detto che i 5 stelle (nato come no-Tav, ricordiamocelo) sono da prendere a pedate nel deretano.
    D960
    D960


    Messaggi : 437
    Data d'iscrizione : 27.03.19

    Nuove direttive Enac/Covid  Empty Re: Nuove direttive Enac/Covid

    Messaggio Da D960 14.12.21 23:18

    Proprio domenica ero a bordo di uno dei tanti treni regionali nel weekend. Ho sentito dire da parte del controllore che non sono ancora in grado di effettuare controlli del green pass nonostante le direttive perché impossibilitati. Delirium tremens.
    I-TIGI
    I-TIGI


    Messaggi : 4018
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Nuove direttive Enac/Covid  Empty Re: Nuove direttive Enac/Covid

    Messaggio Da I-TIGI 15.12.21 11:16

    Speranza va mandato a casa quello probabilmente non sarà mai uscito al di fuori del Lazio.
    Quindi da oggi in tutti gli scali europei per chi vola diretto in Italia si dovrebbe controllare:
    - Eurocovid pass (non si chiama Green Pass)
    - PLF
    - documento di avvenuto test (in che lingua? Va bene in rumeno?), il costo e perdita di tempo lo paga Speranza?

    Mentre i no vax nulla? (Si certo…quarantena a casa per 5 gg che chi controlla? Qualche telefonata random da alcuni call center dopo un mese 😂).

    Che vada a (omissis)! Pensa veramente di bloccare l’ennesima variante penalizzando solo il settore aereo quando chi viene in Italia dall’estero al 96% entra via terra e mare?
    FlyIce
    FlyIce


    Messaggi : 2635
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    Nuove direttive Enac/Covid  Empty Re: Nuove direttive Enac/Covid

    Messaggio Da FlyIce 15.12.21 12:16

    I-TIGI ha scritto:Speranza va mandato a casa quello probabilmente non sarà mai uscito al di fuori del Lazio.
    Quindi da oggi in tutti gli scali europei per chi vola diretto in Italia si dovrebbe controllare:
    - Eurocovid pass (non si chiama Green Pass)
    - PLF
    - documento di avvenuto test (in che lingua? Va bene in rumeno?), il costo e perdita di tempo lo paga Speranza?

    Mentre i no vax nulla? (Si certo…quarantena a casa per 5 gg che chi controlla? Qualche telefonata random da alcuni call center dopo un mese 😂).

    Che vada a (omissis)! Pensa veramente di bloccare l’ennesima variante penalizzando solo il settore aereo quando chi viene in Italia dall’estero al 96% entra via terra e mare?
    Queste misure asurde non funzionano neanche se il paese è un'isola (oggi stesso lo UK ha tolto tutti i paesi dalla Red List).

    Figuriamoci per uno come il nostro che ha migliaia di km di confini terrestri e intensi scambi commerciali e culturali con il resto d'Europa.

    La farsa è che il tampone rapido è valido nelle 24 ore precedenti "l'ingresso sul territorio nazionale", e questo vale anche per i paesi extra EU, quindi dagli USA hai a disposizione 24 ore meno il tempo di volo e di check-in.
    Norma scritta da incompetenti che non sanno quello che fanno e che se vanno fuori dal GRA è per andare in spiaggia a Capalbio.

    Provvedimento che penalizza oltre il necessario l'economia e che viola gli accordi EU per la libera circolazione.
    Per fortuna ieri sera é già arrviata una richiesta di chiarimenti dalla EU.
    Spero che siano contretti a far retromarcia, comunque Speranza e Di Maio (gli autori di questo provvedimento), si dimostrano pure anti europeisti nei fatti. Le parole interessano poco.
    Qualsiasi reazione politica ci sarà a questo provvedimento, sarà sempre troppo poco.

    Tra l'altro questo provvedimento è in evidenza sul Corriere.it, mentre Repubblica praticamente lo ignora.
    Occhio anche a come si schiera la stampa.
    I-TIGI
    I-TIGI


    Messaggi : 4018
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Mediolanum

    Nuove direttive Enac/Covid  Empty Re: Nuove direttive Enac/Covid

    Messaggio Da I-TIGI 17.12.21 17:26

    Fa bene Macron a ribadire in poche parole che la scelta di imporre i tamponi ai vaccinati alla fine non serve a nulla.
    Per l’ennesima volta figura di mer dell’Italia:

    https://mobile.ttgitalia.com/stories/internazionale/173196_omicron_e_restrizioni_macron_garantire_la_libera_circolazione_allinterno_dellue/
    FlyIce
    FlyIce


    Messaggi : 2635
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP

    Nuove direttive Enac/Covid  Empty Re: Nuove direttive Enac/Covid

    Messaggio Da FlyIce 17.12.21 18:19

    I-TIGI ha scritto:Fa bene Macron a ribadire in poche parole che la scelta di imporre i tamponi ai vaccinati alla fine non serve a nulla.
    Per l’ennesima volta figura di mer dell’Italia:

    https://mobile.ttgitalia.com/stories/internazionale/173196_omicron_e_restrizioni_macron_garantire_la_libera_circolazione_allinterno_dellue/

    Stavolta la EU ha abbaiato un po' ma non ha azzannato nessuno.

    Purtroppo Draghi si è schierato in difesa del duo Speranza-Di Maio, invovando la “massima cautela”. E' un concetto che in quasi due anni di pandemia ha portato solo a gravi danni economici. Sentirlo pronunciare da Draghi è un'assurdità!
    https://www.repubblica.it/esteri/2021/12/16/news/bruxelles_si_apre_il_consiglio_europeo_in_agenda_covid_ucraina_e_migranti-330389346/?ref=RHTP-BH-I322793271-P2-S4-T1

    Garavaglia fa una gran bella riflessione: «un po’ di ripresa del turismo che però non sana 12 mesi di non lavoro e resta il problema degli stranieri che non arrivano nelle città d’arte. Siamo prolungando la cassa integrazione e metteremo risorse aggiuntive a quelle che sono in bilancio, ma per ora stiamo tamponando le falle. Poi bisogna fatturare, e questa comunicazione ossessiva con bollettino Covid quotidiano non giova. Siamo la nazione messa meglio d’Europa quanto a contagi e tra quelle messe meglio al mondo, ma secondo giornali e tv qui c’è la peste bubbonica. I colleghi internazionali dicono che stiamo sbagliando la comunicazione all’estero».
    FOnte https://www.lagenziadiviaggi.it/garavaglia-contro-lamico-speranza-apra-piu-corridoi/
    malpensante
    malpensante


    Messaggi : 504
    Data d'iscrizione : 22.03.19

    Nuove direttive Enac/Covid  Empty Re: Nuove direttive Enac/Covid

    Messaggio Da malpensante 17.01.22 15:42

    Speranza ci tiene inutilmente rinchiusi in Italia

    Dal 15 dicembre è necessario presentare l’esito di un tampone negativo per entrare in Italia. La decisione del Ministro della Sanità Roberto Speranza, nata dalla paura per la variante Omicron o più probabilmente dal desiderio di mostrare all’opinione pubblica che si stava facendo qualcosa, ha affossato il Green Pass europeo, che non era nato per stabilire chi può bere il caffè al bar, ma per garantire la libera circolazione delle persone all’interno dell’Unione Europea, di cui è uno dei pilastri fondamentali.

    L’Italia non è stato il primo Paese a ricorrere a questa misura, prima lo avevano fatto Portogallo e Cipro, ma è stato il primo e fortunatamente l’unico grande Paese. Germania, Francia e Spagna grazie a dio non ci hanno seguiti in una scelta che non è servita a niente, ha creato un vulnus nell’edificio comunitario, ha “sputtanato” il Green Pass, che d’ora in poi non potrà più garantire nulla e infine ci ha resi prigionieri di fatto dei confini nazionali.

    Dallo scoppio dell’epidemia di Covid non siamo liberi di andare, giusto perché ci vogliamo andare, nella maggior parte dei Paesi del mondo. Poteva essere sensato nel momento in cui non si sapeva nulla di questa misteriosa malattia, ma sono ormai passati quasi due anni, conosciamo bene il Coronavirus e soprattutto esistono e sono disponibili i vaccini per tutti quelli che hanno voglia di riceverli. Omicron dal canto suo ha portato un aumento notevolissimo dei contagi, ma non un rischio significativamente più alto di ricovero e di morte per chi è vaccinato con la terza dose. Ora lo sappiamo e bisogna prenderne atto senza indugio.

    Il Ministero ha diviso i Paesi del Mondo fra Elenco C (sostanzialmente i membri della UE più gli altri Paesi che aderiscono a Schengen) e D (altri 21 Paesi che spaziano dagli USA al Regno Unito, dalla Corea del Sud a Israele), verso cui si può viaggiare e tutti gli altri, quelli nell’elenco E, verso cui non sono consentiti spostamenti per turismo.

    Nei Paesi E si può andare solo per “lavoro, motivi di salute, motivi di studio, assoluta urgenza o rientro presso il domicilio, l’abitazione o la residenza propri o di persona, anche non convivente, con cui vi sia una relazione affettiva stabile e comprovata”. In pratica chiunque ci può andare, con un’autodichiarazione vera o falsa, che nessuno controllerà mai, purché non sia sfacciatamente falsa. Siamo Italiani, chiunque lo desideri sa come aggirare la norma.

    Nessun altro Paese europeo ha una regola simile, perché non serve a niente. Era logico, nel momento di panico, bloccare l’andirivieni dal Sudafrica, ma non mai avuto nessun senso impedirvi ad agosto di andare a Cuba. L’aggiornamento dell’elenco Paesi avviene con ritardo ridicolo, a Singapore c’è stato un picco di 4.000 casi al giorno a fine ottobre, ma è stato possibile andarci per turismo fino al 15 dicembre, quando i casi giornalieri erano già scesi a 400. A parecchi è stato impedito, da un giorno all’altro, di imbarcarsi sul volo Singapore Airlines. Siamo alla mercé di burocrati ottusi e di un ministro che non sembra mostrare maggior perspicacia.

    A fine settembre, per dare un contentino ai grandi Tour Operator e non far perdere loro tutta la stagione delle vacanze natalizie, forse per non far sì che chiedessero altri ristori, sono stati autorizzati, in via sperimentale, “Corridoi turistici Covid-free” che interessano alcuni Paesi/territori dell’Elenco E (Aruba, Maldive, Mauritius, Seychelles, Repubblica Dominicana, Egitto limitatamente alle zone turistiche di Sharm El Sheikh e Marsa Alam) con regole tanto inutili quanto comiche. Cioè se volete andare a Sharm, non potete essere turisti fai-da-te, ahi, ahi, ahi, ahi, ahi! è obbligatorio Alpitour (o equivalenti), accettate di fare qualche tampone e dichiarate che non uscirete mai dal villaggio turistico. Giurate che non andrete neanche a bere un tè fuori!

    Dal 15 dicembre si è persa la possibilità di viaggiare senza problemi nei Paesi dell’elenco C. Se da Sanremo andate a Mentone, se da Como andate a Lugano, se da Gorizia andate a Nova Gorica dovete in teoria mostrare un tampone negativo al rientro. In pratica però alla frontiera non ve lo chiederanno. È però diventato molto difficile andare a Parigi a vedere una mostra o a trovare vostro figlio che studia lì o vostra sorella che lavora lì o magari vostra figlia che ha partorito e avrebbe bisogno del vostro aiuto.

    Omicron, per i vaccinati, è meno pericoloso, ma è molto più facile prenderlo, senza nemmeno accorgersene e per fortuna di solito senza gravi conseguenze per chi ha fatto la terza dose. Potreste essere appena stati colpiti in Italia e, dopo un tampone ancora negativo, partire per un weekend a Parigi, scoprendovi positivi al momento del tampone obbligatorio per il rientro in aereo. A quel punto sareste nei guai, non potreste tornare in patria fino a un tampone negativo e dovreste isolarvi in albergo per un tempo non prevedibile, salvo tornare in Italia via terra più o meno clandestinamente, contando sulla mancanza di controlli alle frontiere terrestri. Direte voi che è comunque bene che non entri in Italia un positivo in più, ma spiegatemi perché si può volare a Milano senza tampone da Catania, ma non da Parigi o da Madrid. Se l’intento era tener fuori Omicron dall’Italia, la battaglia è stata persa, Omicron dilaga e non sarà un positivo in più a cambiare qualcosa. Non potete prenderlo da chi torna in aereo da Parigi, ma lo potete prendere ovunque, anche a casa vostra da un familiare o dal primo dei tonti no vax che abbiamo a milioni.

    È assurdo impedire il rientro in Italia a un residente asintomatico, che ha fatto la terza dose di vaccino,  equivale all'impedirgli di uscire dal Paese. È assurdo chiedergli un tampone per poter rientrare in aereo in Italia. Il concetto di Green Pass va aggiornato in sede comunitaria, ora è giusto garantire la libera circolazione solo a chi è vaccinato, ma l'imposizione di ulteriori restrizioni è arbitraria, inutile, dannosa e fondamentalmente stupida. Se la possibilità di infettarmi è uguale a Parigi e a Catania, non ha senso consentirmi di andare a Catania e rendermi la vita impossibile sa vado a Parigi. Siamo nell'Unione Europea, al Ministero lo sanno? Per lo stesso motivo il divieto generalizzato di andare nei Paesi extraeuropei, salvo falsa autodichiarazione o sotterfugi, non può durare un minuto di più. Se voglio andare in Brasile per turismo basta che compri un biglietto per Lisbona e un secondo biglietto separato da lì a Rio, ma non posso comprare nessun servizio da un'agenzia di viaggi italiana o da un Tour Operator italiano, due settori ormai in agonia.

    Servirebbe un po' di elasticità mentale e di reattività fra i burocrati del Ministero e servirebbe un Ministro più sveglio. In gioco ci sono sia la nostra libertà di movimento, che non può essere sacrificata in eterno senza che ciò produca risultati, sia la sopravvivenza di migliaia di posti di lavoro.


    https://www.glistatigenerali.com/governo_turismo/speranza-ci-tiene-inutilmente-rinchiusi-in-italia/

    Contenuto sponsorizzato


    Nuove direttive Enac/Covid  Empty Re: Nuove direttive Enac/Covid

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è 22.01.22 4:22