Malpensa Insiders

News, analisi e anticipazioni su tutto quello che gira intorno a Milano Malpensa e all'aviazione civile in Italia


    ITA al bivio

    FlyIce
    FlyIce

    Messaggi : 2934
    Data d'iscrizione : 02.03.19
    Località : Catchment Area di MXP
    200522

    ITA al bivio Empty ITA al bivio

    Messaggio Da FlyIce

    Lunedì prossimo (23 maggio) è il termine per presentare offerte vincolanti per ITA, che il suo unico azionista, il Ministero del Tesoro, vuole "dismettere".

    Sul tema è calato il silenzio, di solito significa una chiara assenza di notizie positive, ma c'è anche la possibilità che questo sia solo dovuto al riserbo di chi sta preparando le offerte. Non è questo il bivio che ci interessa, sia che arrivino delle offerte o che la gara vada deserta, le prospettive d ITA non si definiscono lunedì: quella è solo una tappa di un percorso più lungo e oggettivamente complesso.

    Il bivio per ITA è definire "cosa vuole fare da grande".

    Da un lato abbiamo il Governo e la EU che si basano su principi precisi, scritti nei trattati europei, che pongono limiti all'intervento dello stato nell'economia e richiedono una discontinuità aziendale tra Alitalia ed ITA.
    Il ministro Franco, in Parlamento, ha espresso di conoscere bene e di non mettere in discussione questi principi. Il management, che ha nominato lui, si dove ovviamente attenere a queste indicazioni, ma prepara un piano industriale e gestisce l'azienda nel quotidiano.

    Dall'altra parte c'è una mancanza di discontinuità nei fatti, il management è quasi tutto ex Alitalia, in network idem, lo è ancora di più il posizionamento della compagnia tra LIN e FCO, con la sola eccezione del volo MXP-JFK. Tutto uguale alla vecchia Alitalia, perdite incluse, ma riescono a uguagliare i numeri con la metà della flotta.
    Al momento ITA si può descrivere bene come una nuova incarnazione di Alitalia, ma con meno aerei e colori sociali diversi; il resto è sostanzialmente uguale.

    Lo stesso interesse di MSC puo' portare a due esiti diversi: una sostanziale continuità, quindi un finanziatore privato delle perdite di Alitalia (ora ITA), come se ne sono già visti molti (Capitani Coraggiosi, Banche, Poste, Etihad ...), a sua volta incapace e non intessato a cambiare le sorti dell'azienda; oppure un soggetto che prende in mano la situazione e imprime una vera svolta.

    Una scelta del genere ha un impatto anche su Milano, con esiti molto variabili e imprevedibili: potrebbe portare ad un disimpegno da Linate e Malpensa, se viene superata la narrazione dell'aeroporto di LIN come aeroporto ad alti yield, ma all'opposto potrebbe anche portare ad un rafforzamento su rotte business da Malpensa, anche di lungo raggio.
    Questa seconda ipotesi non la auspichiamo: MXP ha dimostrato di avere delle grandi potenzialità anche senza un vettore nazionale che è e resta con la testa ed il cuore a Roma. Il 2019 si era chiuso con un record di traffico che ha completato il percorso di recupero del traffico dopo il de-hub di Alitalia del 2007; un ritorno di Alitalia/ITA più che supportare un percorso di crescita, potrebbe introdurre delle criticità.
    Condividi questo articolo su: redditgoogle

    Nessun commento.


      La data/ora di oggi è 04.07.22 13:32